Vai al contenuto

Testamento di Berlusconi, spunta fuori un altro erede: di chi si tratta

Testamento di Berlusconi, spunta fuori un altro erede: di chi si tratta

Testamento di Berlusconi, spunta fuori un altro erede: di chi si tratta – Il patrimonio del defunto leader di Forza Italia Silvio Berlusconi si attesterebbe intorno ai 4 miliardi di euro. “La liquidità totale dovrebbe ammontare a circa 1,3 miliardi dei 4 totali, sommando partecipazioni azionarie e immobili, mentre le opere d’arte e i beni non registrati rimangono fuori dalla valutazione“, scrive «Il Corriere della Sera». In queste ore però emergono altri dettagli sul testamento del noto imprenditore ed ex presidente del consiglio. Potrebbe infatti spettare qualcosa anche a qualcun altro, oltre che ai cinque figli. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Pier Silvio Berlusconi, il gesto da brividi dopo il funerale del padre

Leggi anche: Vittorio Sgarbi interviene dopo la morte di Berlusconi: “È ridicolo”

berlusconi foto 780x1024

Testamento di Berlusconi, spunta fuori un altro erede: di chi si tratta

C’è grande attesa per l’apertura del testamento di Berlusconi, morto il 12 giugno scorso. In ballo non c’è solo l’eredità politica, ma anche il lascito economico e finanziario. Il sito Forbes attribuisce alla famiglia del Cavaliere una ricchezza netta complessiva pari a 6,8 miliardi di dollari, ossia circa 6,2 miliardi di euro ai cambi odierni. Cosa avrà deciso il leader di Forza Italia? Saranno presenti delle differenze significative tra i figli avuti dalla prima moglie, Marina e Pier Silvio, e quelli avuti dalla seconda moglie, BarbaraEleonora e Luigi? Berlusconi potrebbe aver lasciato qualcosa anche ad una persona estranea alla famiglia. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Maria De Filippi irriconoscibile ai funerali di Berlusconi: bufera sui social

Leggi anche: Silvio Berlusconi, la splendida notizia dopo il funerale

berlusconi 3 1 861x1024

Le ultime notizie sulle volontà del Cavaliere

Quali sono le ultime notizie sul testamento di Berlusconi? «HuffPost» scrive: “I documenti testamentari si trovano a Milano, in via Mario Pagano, presso lo studio Rlcd del notaio Arrigo Roveda, che con la famiglia Berlusconi può vantare un legame consolidato avendo curato operazioni sia della Fininvest sia del Milan. Indiscrezioni ipotizzano che gli ultimi aggiornamenti del testamento abbiano riguardato la somma di denaro destinata all’ultima compagna dell’ex premier, Marta Fascina, che lui chiamava moglie ma che in realtà non aveva sposato in via ufficiale. Secondo quanto riferito dal giornalista di Libero, Francesco Specchia, al programma Otto e Mezzo di La7, a Fascina potrebbero andare circa 90 milioni”. (continua a leggere dopo le foto)

funerali berlusconi 2 860x1024

Con Marta Fascina Berlusconi non era convolato a nozze

Con la giovanissima Marta Fascina Berlusconi non era convolato a nozze, tuttavia pare che lui la considerasse alla stessa stregua della moglie. L’ultima modifica al testamento di Silvio Berlusconi sarebbe stata effettuata prima del penultimo ricovero al San Raffaele proprio per la sua dolce metà. Nei giorni scorsi si parlava di una cifra che si aggirerebbe sui 100 milioni, del mantenimento della residenza nella villa di Arcore e di un’altra proprietà immobiliare, con l’esclusione da Fininvest. Oggi però non si esclude che la Fascina possa ereditare qualcos’altro. (continua a leggere dopo le foto)

berlusconi  784x1024

Testamento di Berlusconi: c’è un altro erede oltre ai figli?

«Huffpost» citando «Il Messaggero» chiarisce stamani che “l’ex premier (…) avrebbe fissato maggioranze molto elevate nel capitale di Fininvest per deliberare un’eventuale vendita di Mediaset (oggi MediaforEurope o Mfe), la società televisiva della famiglia Berlusconi che secondo alcune indiscrezioni e a diverso titolo potrebbe interessare a Urbano Cairo e a Vincent Bolloré. Inoltre, Berlusconi potrebbe avere fatto in modo di “spostare” Mfe più verso i figli del primo matrimonio, Pier Silvio (che è anche amministratore delegato del gruppo televisivo) e Marina, pensando di “compensare” i tre fratelli, Barbara, Eleonora e Luigi, con altri beni di famiglia, magari Mediolanum”. Anche per le altre attività fuori da Fininvest, come gli immobili, il Cavaliere avrebbe cercato di accontentare un po’ tutti, nel tentativo di non far nascere dissapori tra gli eredi. Ci saranno sorprese? Staremo a vedere…