x

x

Vai al contenuto

Chiara Ferragni clown in copertina, la reazione di Selvaggia Lucarelli

Chiara Ferragni clown in copertina, la reazione di Selvaggia Lucarelli

Il periodo buio di Chiara Ferragni sembra destinato a continuare all’infinito. Prima la crisi d’immagine, poi quella con suo marito Fedez e ora la lotta contro L’Espresso, che avrebbe pubblicato una copertina decisamente particola: Chiara trasformata in un clawn. “Ferragni Spa, il lato oscuro di Chiara”, sarebbe stato il titolo del numero del settimanale in uscita venerdì 8 Marzo 2024. La versione Joker dell’influencer ha scatenato un grosso dibattito sui social e così la Ferragni è arrivata a diffidare il settimanale dalla pubblicazione. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Chiara Ferragni, ancora brutte notizie: cosa succede dopo l’intervista da Fazio

Leggi anche: Fedez, dove vive dopo la separazione da Chiara Ferragni

Leggi anche: Chiara Ferragni, il commento di Fiorello dopo l’intervista a “Che tempo che fa”

Leggi anche: Chiara Ferragni, la reazione di Selvaggia Lucarelli dopo l’intervista da Fazio

Chiara Ferragni clown in copertina, la reazione di Selvaggia Lucarelli

“Ferragni Spa: il lato oscuro di Chiara”, l’edizione de L’Espresso che dovrebbe uscire in edicola oggi, venerdì 8 Marzo, è diventato un caso prima ancora della pubblicazione. L’inchiesta principale del numero della rivista in occasione della Giornata della donna è dedicata infatti agli affari dell’influencer più famosa d’Italia, Chiara Ferragni, la quale si è ritrovata in copertina trasformata da clown. Immediata la reazione della Ferragni che ha intrapreso le vie legali. L’influencer “ha dato mandato ai propri legali di valutare ogni tipo di azione legale, incluso quella per il risarcimento per danni patrimoniali e non patrimoniali, nei confronti della società editrice del settimanale L’Espresso”, si legge in una nota del team Ferragni riportata dall’ANSA. Contestualmente i suoi legali hanno “diffidato l’editore de L’Espresso dalla pubblicazione, prevista per domani 8 marzo, del numero che ritrae la propria assistita in copertina con le sembianze di Joker, riservandosi ogni ulteriore azione anche all’esito delle verifiche sul contenuto dell’articolo”. I legali della Ferragni, spiega ancora la nota, “contestano la portata gravemente diffamatoria e lesiva dell’uso fatto in copertina dell’immagine della propria assistita, palesemente denigrata e svilita proprio nel giorno in cui la donna dovrebbe essere celebrata”. Mentre si attende la reazione dell’editore de L’Espresso, su tutta questa storia ha detto la sua anche Selvaggia Lucarelli.

“Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva”