Vai al contenuto

Zanetti all’attacco: “Lukaku una delusione come uomo”

Zanetti all’attacco: “Lukaku una delusione come uomo”

Javier Zanetti non le manda a dire e attacca pesantemente Romelu Lukaku. L’attaccante viene visto ormai come un traditore dal popolo interista che non gli perdona la trattativa in corso con la Juventus.

Leggi anche: Tomiyasu per l’Inter: ecco il jolly per Inzaghi

Leggi anche: Arriva la conferma, rinnovo di un anno tra Inzaghi e l’Inter

Zanetti attacca Lukaku

Javier Zanetti critica Romelu Lukaku senza mezzi termini. L’ex capitano dell’Inter rappresenta la posizione ufficiale del club, motivo per cui le sue dichiarazioni hanno provocato parecchi commenti sui social. “Per ciò che l’Inter ha fatto per lui ci aspettavamo un altro tipo di comportamento. Come professionista e uomo. Lui ha diritto di andare dove vuole, ci mancherebbe, bastava solo dirlo per tempo. Nessuno, però, è più grande del club e nel costruire una squadra devi sempre considerare chi metti in uno spogliatoio” ha dichiarato Zanetti alla Gazzetta. Dopo l’affondo di Lautaro Martinez, investito della fascia da capitano dopo l’addio di Handanovic, sono arrivate anche le parole del vice presidente nerazzurro che chiudono la questione. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Lukaku raggiunge lo stadio
Lukaku raggiunge lo stadio prima di disputare la gara del Girone E di qualificazione ad Euro 2024 contro l’Estonia (Getty Images)

Il futuro di Lukaku

Lukaku intanto aspetta la Juventus per riuscire ad approdare in Serie A. I bianconeri non hanno fretta e Allegri si terrebbe volentieri anche Vlahovic qualora l’operazione non andasse in porto. Tuttavia il grave infortunio di Nkunku obbliga il Chelsea a tornare sul mercato. Il serbo rappresenta un’occasione, mentre Kane sembra destinato al Bayern Monaco. I Blues offrono Lukaku più un conguaglio di 20 milioni di euro, Giuntoli ne chiede 20 in più. La distanza è tanta, ma potrebbe risultare determinante nei prossimi giorni la volontà dei due attaccanti di cambiare aria.

Leggi anche: Morata allontana la Roma: “Mou un grande, ma non è il mio futuro”

Argomenti