Vai al contenuto

Silvio Berlusconi, aperto finalmente il testamento: ecco come viene divisa l’eredità

Silvio Berlusconi, aperto finalmente il testamento: ecco come viene divisa l’eredità

Silvio Berlusconi testamento: come viene divisa l’eredità. Silvio Berlusconi, morto a Milano il 12 giugno 2023, è stato un politico e imprenditore italiano, quattro volte Presidente del Consiglio. Dopo aver iniziato la sua attività imprenditoriale nel campo dell’edilizia, nel 1975 ha costituito la società finanziaria Fininvest e nel 1993 la società di produzione multimediale Mediaset. Nell’ottobre 1993 è entrato in politica e nel gennaio 1994 ha fondato Forza Italia, partito politico di centro-destra. Ora, dopo quasi un mese dalla sua scomparsa, è stato finalemente aperto il suo testamento: ecco che cosa andrà ai suoi cinque figli. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Helena Prestes, il rapporto con Cristina Scuccia e lo choc per la morte di Berlusconi

Leggi anche: Pier Silvio Berlusconi confessa: “Ho una vera dipendenza”

berlusconi funerali
silvio berlusconi

Leggi anche: Berlusconi, è giallo sul testamento: cos’hanno scoperto

Leggi anche: Silvio Berlusconi, la notizia improvvisa sul testamento

Silvio Berlusconi testamento: come viene divisa l’eredità

È stato aperto verso le 11 di mercoledì 5 luglio 2023 il testamento di Silvio Berlusconi presso lo studio del notaio Arrigo Roveda in via Mario Pagano a Milano. C’erano però solo due testimoni, ma non era presente nessuno dei cinque figli eredi Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora, Luigi. Come riportato da Il Messaggero, due testimoni erano Luca Fossati, un avvocato dello studio Chiomenti, consulente storico del gruppo Fininvest, e un altro personaggio vicino alla famiglia. Potrebbe essere Giuseppe Spinelli, il ragioniere presidente delle Holding Italiana Prima, Seconda, Terza e Ottava, di proprietà di Silvio Berlusconi che hanno il 61,2% di Fininvest.

I cinque figli invece conosceranno il contenuto delle disposizioni del padre solo oggi pomeriggio attorno alle 16, sempre davanti al notaio. Da quel che è trapelato finora, le ultime volontà del Cavaliere confermano le aspettative sorte sin dalla sua morte il 12 giugno: il controllo della Fininvest resta saldamente nelle mani di Marina che ne è presidente e Pier Silvio che guida MFE-Mediaset. Agli altri tre figli andranno asset secondo le regole testamentarie ma non avranno poteri nella conduzione del gruppo cui fanno capo MFE, Mediolanum, Mondadori. Il contenuto del testamento verrà divulgato solo dopo la registrazione, sempre da parte del notaio Roveda, presso il Registro Generale dei testamenti, collocato all’interno del Ministero di Giustizia. (Continua a leggere dopo la foto)

piersilvio berlusconi 2
Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images
funerali berlusconi 1

Chi sono i figli del Cavaliere

Nel 1964 Silvio Berlusconi conobbe Carla Elvira Lucia Dall’Oglio, che sposò a Milano, nella parrocchia di viale San Gimignano, il 6 marzo 1965 e dalla quale ebbe in seguito i due figli: Maria Elvira, detta Marina (1966) e Pier Silvio (1969). Nel 1980 al Teatro Manzoni di Milano conobbe l’attrice Veronica Lario, nome d’arte di Miriam Bartolini, intraprendendo subito con lei una relazione extraconiugale. Nel 1985 Berlusconi divorziò da Carla Dall’Oglio e ufficializzò la relazione con Veronica, che sposò con rito civile a Milano il 15 dicembre 1990. La coppia si unì in matrimonio dopo la nascita dei tre figli: Barbara (1984), Eleonora (1986) e Luigi (1988). I due divorziarono poi nel 2012. Nel 2012 Berlusconi si è fidanzato con Francesca Pascale. Dal 2020 fino alla morte Berlusconi è stato fidanzato con Marta Fascina, deputata di Forza Italia.