x

x

Vai al contenuto

Cambio ora, ecco quando succede e le conseguenze

Cambio ora, ecco quando succede e le conseguenze

Anche quest’anno in Italia è pronta a tornare l’ora solare. L’ora legale è la convenzione di spostare avanti di un’ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l’irradiazione del sole durante il periodo estivo. Al contrario, il termine ora solare si riferisce all’orario statale usato durante il periodo invernale, quando esso coincide con quello del meridiano del fuso orario di riferimento, chiamato anche “ora civile convenzionale”. Dunque fra pochi giorni il nostro Paese porterà le lancette degli orologi un’ora indietro: ecco quando e le conseguenze dell’ora solare. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Ora solare 2023, è ufficiale: quando e come dobbiamo spostare le lancette dell’orologio

Leggi anche: Meteo, Mario Giuliacci avverte gli italiani: che tempo farà per il ponte di Ognissanti

Leggi anche: Meteo, le previsioni fanno felici gli italiani: qui farà caldissimo

Leggi anche: Meteo, Mario Giuliacci avverte gli italiani: subito una brutta sorpresa

Cambio ora 2023, ecco quando succede e le conseguenze

La notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre 2023 tornerà in vigore l’ora solare: in particolare alle ore 3 di domenica 29 bisognerà portare indietro di un’ora le lancette; si dormirà dunque un’ora in più. La sera farà buio prima e al mattino farà luce prima, ma ad ogni modo le ore di luce complessive andranno inevitabilmente a calare fino al giorno del solstizio d’inverno, data oltre la quale le giornate riprenderanno ad allungarsi con l’avvio dell’inverno astronomico. L’ora legale rientrerà poi in vigore domenica 31 marzo 2024, sempre alle ore 3:00. Ovviamento questo cambio di orario ha delle conseguenze sia sulla nostra salute che sul nostro modo di organizzare l’intera giornata. (Continua a leggere dopo la foto)

Cosa accade con il ritorno dell’ora solare

La conseguenza più evidente legata al passaggio dall’ora legale a quella solare è che si potrà dormire un’ora in più, anche se può non sempre essere vero; diversi studi hanno dimostrato che alcuni soggetti possono svegliarsi sempre allo stesso momento. Tra gli altri possibili effetti c’è che qualcuno potrà lamentare disturbi come insonnia, sonno interrotto e difficoltà ad addormentarsi. All’inizio il cambio d’ora avrà ripercussioni sul concentrarsi per via di un aumento della sonnolenza. Alcune persone potrebbero avere più difficoltà ad adattarsi al nuovo ritmo. Di conseguenza aumenterebbe lo stress. La richiesta di cibo da parte del nostro corpo non sarebbe sincronizzata con l’effettivo orario dei pasti.