x

x

Vai al contenuto

Caldo record in Italia, picchi fino a 45 gradi: ecco dove e quando

Caldo record in Italia, picchi fino a 45 gradi: ecco dove e quando

Caldo record in Italia, picchi fino a 45 gradi: ecco dove e quando. La notizia è confermata. Tra due giorni il quadro meteorologico sull’Italia cambierà radicalmente. Direttamente dal deserto del Sahara, il potente anticiclone africano Cerbero, invaderà il bacino del Mediterraneo e quindi anche il nostro Paese. L’estate degli italiani quindi diventerà decisamente bollente. A dare maggiori informazioni su questo potente anticiclone africano è stato Antonio Sanò, fondatore del sito ilMeteo.it. Vediamo nel dettaglio le sue parole. (Continua a leggeren dopo la foto)

Leggi anche: Meteo, due giorni di maltempo e poi? Le previsioni di Mario Giuliacci

Leggi anche: Meteo, cambia tutto da domani: la previsione degli esperti

Leggi anche: Meteo, la pessima notizia per gli italiani: cosa sta per succedere

Leggi anche: Meteo Giuliacci, quanto durerà il caldo intenso? Le previsioni

Caldo record in Italia, picchi fino a 45 gradi: ecco dove e quando

Tra due giorni il quadro meteorologico sull’Italia cambierà radicalmente. Direttamente dal deserto del Sahara, il potente anticiclone africano Cerbero, invaderà il bacino del Mediterraneo e quindi anche il nostro Paese. Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it, ha dichiarato: “Il tempo, fino a Venerdì, continuerà a rimanere più incerto al Nord, ancora interessato da correnti instabili in arrivo dall’oceano Atlantico e che fanno capo a un vasto sistema ciclonico localizzato tra Regno Unito e Scandinavia. Per questo motivo potranno scoppiare dei temporali, localmente di forte intensità, con grandinate e colpi di vento, non solo sulle Alpi, ma anche sulla Pianura Padana, soprattutto in Lombardia e sul Triveneto (tra Mercoledì sera e Giovedì mattina). Il resto d’Italia sarà invece già protetto dall’alta pressione”.

Su come il caldo attraverserà l’Italia nei prossimi giorni, Sanò ha dichiarato: “Cerbero, il cane-mostro a tre teste cantato da Dante nella sua Divina Commedia e posto a guardia degli Inferi, distribuirà l’intensità del caldo africano in maniera diversa su tre zone d’Italia, rappresentate metaforicamente dalle tre teste.
La prima zona è quella del Sud e delle Isole Maggiori: a partire dal weekend, soprattutto in Sardegna le temperature massime potrebbero superare facilmente i 40°C, con picchi persino di 45°C sulle zone interne meridionali dell’isola. La seconda zona è rappresentata dall’Italia centrale, soprattutto la fascia tirrenica. Su Toscana e Lazio i valori termici diurni toccheranno i 36-37°C, per esempio a Firenze e a Roma. La terza zona è il Nord: qui, anche se il caldo si farà comunque sentire quasi come al Centro, si dovrà fare i conti con la possibilità di qualche temporale di calore che potrebbe interessare specialmente l’arco alpino, soprattutto di confine”. (Continua a leggere dopo la foto)

Quando durerà questo caldo “infernale”?

Sulla durata dell’anticiclone africano sul Nostro Paese, Antonio Sanò ha dichiarato: “L’anticiclone africano Cerbero continuerà a surriscaldare il clima italiano almeno fino a metà mese e forse anche oltre al Centro-Sud. Questa seconda ondata di calore farà parlare di sé non solo per le temperature altissime che si raggiungeranno, ma anche per il disagio fisico causato dall’umidità e, di conseguenza, dall’afa. Le correnti calde africane, infatti, attraversando il mare nostrum, si caricheranno di umidità trasformando le notti italiane in tropicali. Ricordiamo che per notti tropicali si intendono quelle notti in cui la temperatura minima non scende mai sotto i 20°C”.