x

x

Vai al contenuto

Tragedia in Italia, trovati due cadaveri in un garage

Tragedia in Italia, trovati due cadaveri in un garage

Due giovani sono stati trovati morti in un garage, questa mattina 16 marzo. Si tratta di coppia di fidanzati che cercava un luogo isolato per un momento di intimità. Sul posto sono arrivate due ambulanze e i carabinieri, mentre decine di persone hanno affollato la strada e si sono affacciate ai balconi dei palazzi circostanti. Una vera e propria tragedia

Leggi anche: Auto piomba su tre vetture ferme al semaforo: drammatico incidente, otto coinvolti

Leggi anche: Tragico incidente in Italia, ci sono vittime: chi c’era tra di loro

Trovati due cadaveri vicino un garage

La scena è stata scoperta oggi, sabato 16 marzo, poco dopo le 9:30, quando il padre di uno dei giovani ha trovato i corpi e immediatamente allertato i Carabinieri. Si tratta di Vincenzo Nocerino di 24 anni e la sua fidanzata. La coppia si era appartata nel piccolo garage. Per scaldarsi, avrebbero lasciato l’auto accesa o usato una vecchia stufetta. Le indagini preliminari suggeriscono che la causa della morte possa essere l’intossicazione da gas di scarico dell’auto. Con il passare delle ore, nel box auto chiuso e senza aerazione, le esalazioni di monossido di carbonio hanno prima fatto svenire e poi ucciso i due giovani. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Bologna, terribile incidente in autostrada: Marcello Falconi muore lasciando moglie e figli

Dove è successo

I due fidanzati si frequentavano da diverso tempo ed erano, secondo le testimonianze di amici e conoscenti, una coppia felice. Vincenzo aveva perso la mamma da qualche anno e viveva con il padre. I carabinieri acquisendo le immagini dai sistemi di videosorveglianza della zona per ottenere ulteriori indizi su quanto accaduto.

Ci troviamo a Napoli, nel quartiere di Secondigliano, in via Fosso de Lupo, a pochi passi dal corso Secondigliano e dal rione Berlingieri, in una zona notoriamente densa di palazzi. Sul posto è intervenuto anche il reparto scientifico per effettuare tutti i rilievi necessari alla ricostruzione della dinamica. Nonostante le prime ipotesi abbiano orientato gli inquirenti verso un tragico incidente, le circostanze esatte sono ancora oggetto di indagine. Per gli investigatori si tratterebbe quasi sicuramente di un tragico incidente, ma non si esclude la pista del suicidio. (continua dopo la foto)

La comunità è sconvolta

I cittadini sono sconvolti dall’accaduto e le strade intorno al luogo dell’incidente sono state chiuse per permettere agli agenti di indagare e chiarire ogni aspetto dietro questo dramma. Inizialmente si era pensato a un omicidio perché la zona è una di quelle “calde” dal punto di vista criminale. Quando la notizia del ritrovamento di due corpi senza vita si è diffusa nel rione Kennedy, alcune donne sono scese in vestaglia urlando. Una di loro piangeva e gridava: “Pensavo fosse mio nipote, proprio ieri sera nella stessa strada l’hanno rapinato con le pistole“.