x

x

Vai al contenuto

Sainz scala le gerarchie: ora è lui il primo pilota Ferrari

Sainz scala le gerarchie: ora è lui il primo pilota Ferrari

Carlos Sainz nelle ultime gare sta avendo un rendimento superiore a quello di Leclerc. L’ultima vittoria a Singapore potrebbe aver modificato le gerarchie per il finale di stagione.

Leggi anche: Sainz fa trionfare la Ferrari a Singapore: Leclerc quarto

Leggi anche: Coppa Davis, Arnaldi batte Borg e manda l’Italia a Malaga

Percorso di crescita per Sainz

La seconda vittoria di Sainz con la Rossa potrebbe aver cambiato qualcosa nella carriera dello spagnolo. Perché il primo posto di Singapore arriva in un momento non eccezionale della scuderia e i segnali positivi vanno valorizzati per il finale di stagione. Il pilota ha compiuto un capolavoro nell’ultimo Gran Premio, dominando fin dalle prove libere di venerdì e passando per la pole position e la vittoria davanti a Norris ed Hamilton. Dopo la bandiera a scacchi via radio con il team ha subito fatto riferimento alla sua canzone preferita, Smooth Operator, una hit degli anni Ottanta. Il rapporto del ferrarista con il team è sempre più saldo, sintomo di una sintonia che è cresciuta molto nella stagione corrente. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leclerc a bordo della Ferrari mentre affronta una curva
Leclerc con la Ferrari cercando di tenere il passo delle RedBull (Photo by Joe Portlock – Formula 1/Formula 1 via Getty Images)

Il finale di stagione

Dall’altra parte c’è un Leclerc in crisi che non riesce a rendere secondo le aspettative. Di sicuro la monoposto quest’anno non è stata di grande aiuto ai due piloti della Rossa, ma la differenza di valori nelle ultime gare è netta. Sainz ha anche portato a casa un podio a Monza nel circuito di casa, mentre ieri a Singapore ha agito da numero uno del Cavallino Rampante. Leclerc si è prestato a fare da gregario, tenendo a distanza la concorrenza nella prima parte di gara occupando la seconda piazza. La sensazione è che la Ferrari possa puntare su Sainz per le ultime gare, anche perché lo spagnolo ora si trova a 142 punti in classifica rispetto ai 123 del monegasco.

Leggi anche: Ibrahimovic a Milanello: ecco il motivo

Argomenti