x

x

Vai al contenuto

Tragedia in famiglia: ragazza diciottenne uccide il padre a coltellate

Tragedia in famiglia: ragazza diciottenne uccide il padre a coltellate

Terribile omicidio in Provincia di Asti, una ragazza di 18 anni ha ucciso il padre colpendolo ripetutamente con un coltello al culmine di una lite. La giovane è stata arrestata e ora le indagini sull’accaduto sono in corso.

Leggi anche: Tragedia in famiglia, cosa trovano dentro l’asciugatrice: l’orrore davanti ai loro occhi

Leggi anche: Neonato portato via dall’ospedale, scoperto il motivo agghiacciante

Delitto in famiglia

Il tragico evento è accaduto ieri nel comune di Nizza Monferrato, nella provincia di Asti. Diversi anni fa, una famiglia di origini russe si era trasferita nella tranquilla cittadina piemontese dalle terre del Caucaso dove ormai si erano ambientati e conosciuti. Qui, al terzo piano della loro abitazione in via Valle San Giovanni, si è verificato un incidente destinato a sconvolgere la famiglia e la comunità. Tra i componenti del nucleo familiare non erano state notate tensioni e nessuno poteva immaginare l’esito tragico della scorsa sera.

Leggi anche: Tragico scontro tra due autobus: il bilancio è pesantissimo

La dinamica dell’omicidio

Durante il  pomeriggio di ieri, venerdì1 marzo 2024, la famiglia era presa da un litigio tra il padre Akhyad Sulaev, 50 anni e la figlia diciottenne Makka. Il litigio si è intensificato tanto da raggiungere un apice terribile. La giovane diciottenne ha improvvisamente afferrato un coltello da cucina e si è scagliata contro il padre. La ragazza ha colpito ripetutamente il padre, Akhyad Sulaev, ferendolo all’addome. Il padre di Makka è stato descritto, da chi lo conosceva, come un uomo forte e con un fisico da lottatore. Forse per l’imprevedibilità o velocità con cui è stato compiuto il gesto efferato, Akhyad non è riuscito a difendersi. Nell’abitazione erano presenti anche la mamma di Makka e i suoi tre fratelli minorenni che hanno subito dato l’allarme. (Continua nella pagina successiva)