Vai al contenuto

Il futuro di Milinkovic-Savic tra la Juventus e l’Arabia Saudita

Il futuro di Milinkovic-Savic tra la Juventus e l’Arabia Saudita

Il futuro di Milinkovic-Savic è ancora tutto da decidere. La Juventus è fortemente interessata al centrocampista della Lazio, ma i soldi dell’Arabia Saudita possono rovinare la festa ai bianconeri. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Ufficiale: l’Inter riscatta Acerbi dalla Lazio

Leggi anche: D’Ambrosio si avvicina alla Lazio: parti al lavoro

Milinkovic-Savic
Milinkovic-Savic durante Milan-Lazio. (Photo by Marco Canoniero/LightRocket via Getty Images)

Milinkovic-Savic: la richiesta di Lotito e le italiane interessate

Il futuro di Milinkovic-Savic è un nodo ancora da sciogliere in casa Lazio. I club italiani (ma anche esteri) interessati al centrocampista serbo sono diversi, ma la trattativa non è semplice. Il contratto del classe ’95 scadrà nel 2024, ma Lotito chiede 40 milioni di euro. Una valutazione reputata troppo elevata dalla Juventus, che a oggi è il club più interessato al giocatore.

Il club bianconero è attualmente impegnato nella conclusione delle cessioni di Zakaria e McKennie, ma qualora Lotito dovesse abbassare le pretese sarebbe pronto a cogliere l’occasione. Anche l’Inter segue con attenzione la situazione, consapevole che con la concretizzazione di almeno un’uscita importante potrebbe essere effettuato un tentativo, nonostante la somma di denaro già investita per Frattesi.

Sirene dall’Arabia Saudita

A minacciare Inter e Juventus però ci sono le sirene provenienti dall’Arabia Saudita. Durante questa finestra di trasferimenti, si è già verificato un altro movimento di alto livello nel centrocampo della Serie A: Marcelo Brozovic si è trasferito in Arabia Saudita e ha firmato con l’Al-Nassr.

Non è da escludere che arrivi nelle prossime settimane un’offerta in grado di soddisfare sia il giocatore, che soprattutto le richieste del presidente Lotito. Qualora la situazione non dovesse sbloccarsi, gli interessi dei bianconeri e dei nerazzurri potrebbero tornare con nuovo vigore.