Vai al contenuto

Katia Ricciarelli rivela perché è finita con Pippo Baudo

Katia Ricciarelli rivela perché è finita con Pippo Baudo

Katia Ricciarelli rivela perché è finita con Pippo Baudo – Oggi, 18 gennaio 2024, Katia Ricciarelli compie 78 anni. Per rendere omaggio alla soprano, che nel 2021 ha partecipato al “Grande Fratello Vip” condotto da Alfonso Signorini, «Il Corriere della sera» ha deciso di ricordarla con un articolo, in cui si ripercorrono passaggi di interviste significativi che l’artista ha rilasciato. Carriera, famiglia d’origine, gavetta, ma non solo. A spiccare è lo sfogo su Pippo Baudo, suo ex marito: la Ricciarelli ha dato la sua versione sulla rottura, svelando le ragioni che hanno portato alla dolorosa separazione. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Nostradamus, la profezia che fa tremare il trono di Re Carlo

Leggi anche: Kate Middleton ricoverata in ospedale: le condizioni della principessa

ricciarelli compleanno 873x1024

Katia Ricciarelli rivela perché è finita con Pippo Baudo

Nata a Rovigo il 18 gennaio 1946, all’anagrafe Catiuscia Maria Stella Ricciarelli, a 18 anni si è trasferita a Venezia per studiare al conservatorio Benedetto Marcello. «La mia è stata un’infanzia difficile, ma ho avuto una mamma che ha sempre fatto di tutto e di più per mantenere me e le mie sorelle. Ho studiato al liceo musicale Venezze, a Rovigo, e poi ho lavorato per pagarmi gli studi a Venezia: ho lavorato come operaia in una fabbrica di giradischi e poi come commessa alla Upim. Vivere dieci anni a Venezia, per me, è stata un’esperienza straordinaria. Da piccola non avevo avuto occasioni di andare a teatro, ma quando studiavo al conservatorio, ho recuperato: tiravo la cinghia per andare a teatro sul loggione. Schei no ghe n’era, non c’erano soldi», le sue parole di qualche tempo fa al «Corriere». (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Chiara Ferragni, la peggiore delle notizie per lei dopo il caso Balocco

Leggi anche: Chiara Ferragni, finisce malissimo dopo lo scandalo sul pandoro: cosa succede ora

Katia Ricciarelli  810x1024

Una sfolgorante carriera e due storie d’amore importanti

Una carriera sfolgorante: Katia Ricciarelli ha calcato i palchi dei maggiori teatri del mondo come il Lyric Opera di Chicago (1972), il Teatro alla Scala (1973), la Royal Opera House di Londra (1974) e il Metropolitan di New York (1975). L’ascesa al successo nel 1969: quell’anno la cantante ha debuttato a Mantova con “La bohème”. Nel 1972 l’incontro con il tenore José Carreras, con cui ha intrapreso una relazione sentimentale fino al 1984: «Le nostre voci si sposavano bene, lui era simpaticissimo e noi eravamo bellissimi e bravissimi, ma è finita perché a me non andava di essere tradita. Devi sapere che i tenori sono corteggiatissimi, quindi le tentazioni abbondano fuori dai teatri». Poi la storia d’amore con Pippo Baudo, con cui è convolata a nozze nel 1986. Proprio nel giorno del suo compleanno, il 18 gennaio. (continua a leggere dopo le foto)

Baudo e Katia 799x1024

Katia Ricciarelli svela perché è finito il matrimonio con Pippo Baudo

«È stato un matrimonio felice. Ci siamo incontrati perché qualche volta andavo ospite da lui. C’era solo il buongiorno e buonasera. Ci siamo sposati veramente per amore. Io dicevo: ecco è finalmente arrivato l’uomo della vita. Avevo 40 anni quando ci siamo sposati, lui 50. Eravamo affiatati, lui amava il mio mondo, io rispettavo il suo», ha detto nel 2022 la soprano ospite del programma I Lunatici, su Rai Radio2. Nel 2004 è arrivata la separazione come un fulmine a ciel sereno. Ma perché è finita? «Forse la mancanza di dialogo, perché io ero spesso fuori mentre lui aveva il suo lavoro in Italia», ha detto Ricciarelli a I Lunatici, aggiungendo: «Il dialogo secondo me non va mai dimenticato. Lo consiglio a tutte le coppie: non dimenticatevi mai di parlare, di litigare anche, ma non chiudetevi mai in voi stessi. Questo ci ha fatto del male, per questo ci siamo separati. Ci vuole coraggio a lasciarsi. Per fortuna nel nostro caso non avevamo figli, ma è difficile interrompere una relazione di diciotto anni come la nostra. Però la ragione deve avere la meglio», ha confessato l’artista.