Vai al contenuto

Rai, drastica decisione sul giornalista: l’indiscrezione bomba

Rai, drastica decisione sul giornalista: l’indiscrezione bomba

“Cancellato il programma”: Rai, la decisione sul conduttore è pesante – Clamorosa decisione della Rai, che avrebbe scelto di cancellare un programma. Dopo lo scandalo esploso nei giorni scorsi, sembra che viale Mazzini abbia voluto fare dietrofront sul noto giornalista. Il programma, poco dopo l’annuncio durante i palinsesti Rai, sarebbe stato rimosso. A riferirlo è Dagospia, che ha assicurato che l’ufficialità della cosa sarà data lunedì 17 luglio. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Alessia Marcuzzi, altro che Stefano De Martino: con chi l’hanno beccata

Leggi anche: Aurora Ramazzotti, incidente in piscina per lei: ora si spiega la sua assenza

Rai stop programma 755x1024

Rai, drastica decisione sul giornalista: l’indiscrezione bomba

Filippo Facci non sarà su Rai2, almeno non ci sarà con la sua striscia quotidiana “I Facci vostri”. A riferirlo è l’informatissimo “Dagospia”. A Viale Mazzini però si starebbe pensando di affidare al giornalista un programma sulla “musica classica-operistica” di cui lui è un esperto. Il caso è esploso per il corsivo di Filippo Facci su Libero e le accuse di stalking della ex moglie. Nello specifico, nel suo articolo, dedicato al caso del figlio del presidente del Senato Ignazio Larussa, il giornalista aveva sostenuto che le accuse della ragazza che ha denunciato erano poco fondate. “La ragazza fatta di cocaina prima di essere fatta anche da Leonardo“, una delle frasi choc presenti nel pezzo uscito su «Libero». A poco sono servite le sue scuse. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Gf Vip, Pier Silvio chiama Claudia Gerini e lei risponde cosi

Leggi anche: Oriana Marzoli avvistata con un altro uomo: nuovo flirt dopo Daniele Dal Moro?

facci 758x1024
Facci giornalista Rai

Filippo Facci, la Rai verso la cancellazione del suo nuovo programma

Il responsabile informazione del Pd, Sandro Ruotolo, aveva già protestato contro la Rai, che ora avrebbe scelto di cancellare il programma “I Facci vostri”. Queste erano state le sue parole: “Conviene alla Rai, al servizio pubblico, affidare un programma? Può la tv pubblica essere affidata a chi fa vittimizzazione secondaria? E che dice il comitato etico della Rai? Il servizio pubblico può consentire una lettura del genere sulle donne? Pensateci bene dirigenti di viale Mazzini. Il servizio pubblico è di tutti ma non può esserlo dei sessisti, dei razzisti e del pensiero fascista”. In queste ore è intervenuto anche lo stesso giornalista, che in un’intervista al «Corriere della Sera», ha detto: “Ho preso talmente tante pesciate in faccia, di recente e in passato, che non mi creo grandi problemi. Rivendico la mia coerenza e rifarei tutto quello che ho fatto o detto”. (continua a leggere dopo le foto)

Filippo Facci 799x1024
Filippo Facci foto 807x1024

Filippo Facci: “Cercavano l’incidente e alla fine l’hanno trovato”

“Passo da Milano 2 a Milano 2, convivo con la donna per cui ho lasciato la madre dei miei figli. A lei, quest’ultima, devo il più recente dei polveroni che mi hanno investito sui giornali. Sono però felicissimo per questo spostamento, sentimentalmente e – cinico – perché la nuova soluzione implica un risparmio: non ho soldi e il contratto in Rai mi servirebbe parecchio. Poi non me lo faranno? Pazienza. Niente che non mi sia già successo: nel 1995 l’allora presidente Letizia Moratti strappò un ingaggio da 66 milioni di lire perché erano uscite intercettazioni che hanno fatto dire che ero craxiano. Apriti cielo! Adesso ci risiamo…”, ha tuonato Filippo Facci. Il giornalista, a proposito delle sue frasi sul caso di Leonardo La Russa, ha detto: “Cercavano l’incidente e alla fine l’hanno trovato”. A proposito del suo curriculum questi ha detto: “È appena stato ripubblicato un mio libro sui misteri della musica classica, ho scritto di storia, ho avuto rubriche (molto apprezzate) su periodici femminili, ho lavorato per l’Unità, la Repubblica, come perl’Avanti!, per il Giornale, il Foglio. Dimostra che so perfettamente padroneggiare registri diversi. Se si parla di me per la Rai, dovrò essere giudicato per ciò che farò in Rai. Non vedo la stessa attenzione preventiva, che ne so, su Saviano e sul fatto che magari va in onda e insulta la presidente del Consiglio…”.