Vai al contenuto

Calcio in lutto: muore a 43 anni lo storico presidente

Calcio in lutto: muore a 43 anni lo storico presidente

Calcio in lutto, muore a 43 anni lo storico presidente – Terribile lutto nel mondo del calcio: l’Hertha Berlino, squadra di seconda divisione tedesca con un lungo passato in Bundesliga, è scosso per l’improvvisa morte del suo presidente. Con un comunicato toccante, ma senza fornire dettagli utili a comprendere come ciò possa essere accaduto, il club ha reso nota la tremenda notizia della scomparsa dell’uomo. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Gino Cecchettin travolto dalla bufera: il gesto fa infuriare gli italiani

Leggi anche: Aereo va a fuoco in aeroporto: a bordo c’erano 400 persone

foto 1 838x1024

Calcio in lutto: muore a 43 anni lo storico presidente

Il calcio piange la morte improvvisa di Kay Bernstein, il presidente tifoso dell’Hertha Berlino. È stata proprio la prestigiosa società tedesca a dare l’annuncio con un comunicato qualche ora fa: “Martedì, Hertha BSC ha ricevuto la terribile notizia che il presidente Kay Bernstein era deceduto all’età di 43 anni. L’intero club, i suoi consiglieri e i suoi dipendenti sono sbalorditi e profondamente devastati. La famiglia Hertha piange con Kay in lutto e pensa alla sua famiglia, agli amici e ai compagni in questo momento difficile. Vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia dopo questo orribile evento”. La nota si è diffusa rapidamente sui social e sono tanti ora i messaggi di cordoglio dei tifosi e di quanti stimavano Bernstein. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Terrore sul volo in Italia: fumo ovunque e passeggeri nel panico

Leggi anche: Che fine ha fatto il bambino di Vicenza de “Lo Zecchino d’Oro”

morto bernstein

Lutto nel mondo del calcio: muore a 43 anni Kay Bernstein, il presidente dell’Hertha Berlino

Le circostanze della sua morte non sono ancora chiare. Fino a domenica Kay Bernstein era stato ad Alicante con la squadra in ritiro. Poi, era rientrato nella capitale tedesca in aereo. Secondo B.Z., sezione locale della Bild, sarebbe spirato nel sonno. Scrive “Virgilio News”: “Secondo le informazioni raccolte e citate della BILD, lunedì è andato a letto intorno alle 23 e martedì mattina non si è svegliato. Sua moglie ha chiamato i servizi di emergenza al mattino e più tardi ha informato il caro amico di Bernstein, Colin Jahn, che come Bernstein viene dal mondo della tifoseria e ora è direttore marketing, della terribile notizia nell’ufficio dell’Hertha. Con lui, da quel che si apprende dallo stesso articolo, erano presenti il direttore sportivo Benny Weber, l’amministratore delegato Thomas Herrich, il capo del dipartimento giocatori su licenza Zecke Neuendorf e l’allenatore Pal Dardai”. Un’indiscrezione confermata anche da altri siti come “The Social Post”. (continua a leggere dopo le foto)

foto 2 799x1024

Addio a Kay Bernstein, il presidente-tifoso dell’Hertha Berlino

Bernstein, come ricorda «Il Corriere della Sera», era stato eletto presidente nell’estate del 2022 a sorpresa: era infatti un capo ultrà, fondatore del gruppo di tifo organizzato «Harlekins Berlin 98» e, proprio capitanando lo sconcerto dei tifosi, si era candidato alla successione di Werner Gegenbauer. Il suo ultimo messaggio sui social, alla vigilia di Capodanno, era pieno di speranza: «Il mio augurio per il 2024: coltiviamo e rafforziamo questa comunità per trarne una  forza che non solo ci permetta di sognare, ma anche di raggiungere gli obiettivi. Non stanchiamoci, però, di mettere il dito nella piaga. Abbiamo il coraggio di migliorare».