Vai al contenuto

Bambino di 8 anni muore in palestra davanti ai compagni, poi la scoperta da brividi sul maestro: cosa gli ha fatto

Bambino di 8 anni muore in palestra davanti ai compagni, poi la scoperta da brividi sul maestro: cosa gli ha fatto

La storia che stiamo per raccontarvi vi lascerà completamente senza parole. I genitori lo iscrivono a un club di arti marziali e il piccolo muore il secondo giorno di allenamento. Ecco quanto accaduto ad un bambino di otto anni. I fatti sono avvenuti a Qingdao, o Tsingtao, che si trova nella provincia di Shandong, nella parte est della Cina, una città portuale con grattacieli, parchi e spiagge che si affacciano sul Mar Giallo. La tragedia ha colpito l’opinione pubblica e i maggiori quotidiani del luogo, tra cui anche il The Paper, hanno deciso di riportare quanto accaduto all’interno della palestra. Vediamo nel dettaglio cosa hanno scoperto sul maestro di arti marziali. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Kata, la notizia choc: il terribile sospetto all’intero dell’hotel

Leggi anche: Kata, spunta un “passaggio segreto” nell’hotel: cos’hanno scoperto

Leggi anche: Kata scomparsa, la vicina di casa rompe il silenzio

Leggi anche: Kata scomparsa: la notizia da brividi in diretta tv

Bambino di 8 anni muore in palestra davanti ai compagni, poi la scoperta da brividi sul maestro: cosa gli ha fatto

I genitori lo iscrivono a un club di arti marziali e il piccolo muore il secondo giorno di allenamento. Ecco quanto accaduto ad un bambino di otto anni. Avrebbe dovuto prendere lezioni di autodifesa, ma il giovane ragazzino, invece, pare sia stato ucciso dallo stesso maestro che avrebbe dovuto insegnargli le tecniche della disciplina, per difendersi. Come riportato da Leggo, i genitori avevano pagato l’iscrizione per un intero anno di lezioni nel centro sportivo Chongde Juying Martial Arts Sports Club a partire dal 17 giugno, pagando oltre 1.300 euro per allenarsi presso il club di Qingdao, nello Shandong, in Cina. Il secondo giorno, dopo l’iscrizione, il 18 giugno, il bambino di 8 anni è stato portato al Third People’s Hospital nel distretto di Chenyang, nella provincia cinese orientale. Lì è stato dichiarato morto all’arrivo.

Come riportato dal The Paper, le cartelle cliniche avrebbero rivelato che il suo cuore si era fermato circa 20 minuti prima che raggiungesse l’ospedale. La sede di Chenyang dell’Ufficio di pubblica sicurezza di Qingdao ha dichiarato il 26 giugno 2023 che tre persone legate al club, tra cui la coppia responsabile della struttura e un maestro, sono state arrestate intorno alle 14 del 18 giugno per disporre di un procedimento penale legato a “danno intenzionale che ha portato alla morte”. Le indagini sono in corso e le attività del club sportivo sono state sospese. Al momento gli inquirenti stanno analizzando un video, diffuso sui social cinesi, che rivelerebbe gli ultimi istanti di vita del piccolo. Infatti, alcuni giovani che frequentano il club avrebbero affermato che il bambino di 8 anni sia stato “preso a calci” dal maestro. (Continua a leggere dopo la foto)

Una storia avvolta nel mistero

Il padre del ragazzo, Zhai, avrebbe detto a China Newsweek che il proprietario del club aveva inviato ai genitori un video del ragazzo intorno alle 11 del 18 giugno. Quando la madre ha notato che suo figlio aveva un aspetto insolitamente pallido, ha chiesto al proprietario del club di monitorare le sue condizioni. Ma intorno alle 13:50 la famiglia ha ricevuto la notizia che il ragazzo non ce l’avrebbe fatta, poco prima della conferma della sua morte in ospedale. La madre, invece, avrebbe dichiarato che il figlio era pieno di ferite, accusando così la struttura di non prendersi cura del piccolo.