Vai al contenuto

Trema di nuovo l’Italia: nuova scossa di terremoto poco fa

Trema di nuovo l’Italia: nuova scossa di terremoto poco fa

In geofisica, il terremoto, detto anche sisma o scossa tellurica, è una vibrazione o assestamento della crosta terrestre, provocato dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo. Tale spostamento è generato dalle forze di natura tettonica che agiscono costantemente all’interno della crosta terrestre provocando una lenta deformazione fino al raggiungimento del carico di rottura con conseguente liberazione di energia elastica in una zona interna della Terra detta ipocentro, tipicamente localizzato in corrispondenza di fratture preesistenti della crosta dette faglie. A partire dalla frattura creatasi, una serie di onde elastiche, dette onde sismiche, si propagano in tutte le direzioni dall’ipocentro, dando vita al fenomeno osservato in superficie con il luogo della superficie terrestre posto sulla verticale dell’ipocentro, detto epicentro, che è generalmente quello più interessato dal fenomeno. La branca della geofisica che studia questi fenomeni è la sismologia. In queste ore la terra è tornata a tremare anche in Italia: ecco tutte le news. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Terremoto, fortissima scossa: ci sono danni e feriti

Leggi anche: Forte scossa di terremoto di magnitudo 5.6: la zona colpita

scossa terremoto
terremoto oggi

Leggi anche: Nuova scossa di terremoto in Italia: dov’è successo

Leggi anche: Terremoto nella notte in Italia: la zona colpita

Terremoto Campi Flegrei, magnitudo 2.0: i fatti

Trema ancora la terra nei Campi Flegrei e a Napoli: dopo un periodo di relativa calma, negli ultimi giorni il bradisismo è tornato a farsi vivo, con scosse avvertite distintamente dalla popolazione. Alle 15.05 di oggi, mercoledì 24 Gennaio 2024, come riportato da Fanpage, un terremoto, che ha avuto come magnitudo di 2.0 della scala Richter, è stato registrato a una profondità di circa 2, 5 chilometri ed è stato quindi distintamente avvertito dalla cittadinanza. Nei gruppi dedicati al bradisismo nei Campi Flegrei, in particolar modo in quello denominato “Quelli della zona rossa del vulcano Campi Flegrei“, molto attivo in caso di scosse, in molti riferiscono di aver avvertito chiaramente il terremoto del primo pomeriggio di oggi. La scossa si è fatta particolarmente sentire nella zona occidentale di Napoli, in particolare tra Bagnoli, Fuorigrotta, Pianura e Soccavo. Un’altra piccola scossa è stata registrata anche tre minuti più tardi, alle 15.08. Come riportato dall’Ansa, al momento non ci sono segnalazioni di danni a cose o persone. (Continua a leggere dopo la foto)

terremoto oggi foto
sismografo terremoto italia

La zona di Napoli ad alta densità sismica

I Campi Flegrei sono una vasta area situata nel golfo di Pozzuoli, a ovest della città di Napoli e del suo golfo. L’area è nota sin dall’antichità per la sua vivace attività vulcanica. È un antico supervulcano. L’area flegrea comprende in particolare i comuni di Napoli, Pozzuoli, Quarto, Giugliano in Campania, Bacoli e Monte di Procida. I Campi Flegrei hanno un’enorme importanza storica, paesaggistica e territoriale per numerosi motivi che hanno reso dal XVII secolo al XIX secolo questa parte della Campania meta del Grand Tour, richiamando visitatori da tutt’Europa. Tra questi Goethe che nel suo Viaggio in Italia ne dà ampia descrizione. Nel 2003, in attuazione della Legge Regionale della Campania n. 33 del 1.9.1993, è stato istituito il Parco regionale dei Campi Flegrei. Zone di importante valore biologico e naturale sono Capo Miseno, il Parco sommerso di Baia, il Monte Nuovo e il Cratere degli Astroni. Seppur ridotte rispetto all’epoca antica, ancora numerose sono le sorgenti di acque termali che vi sgorgano. Oltre alle più famose sorgenti termali disseminate in tutta l’Isola di Ischia, sulla terraferma invece molto rinomate sono le Terme di Agnano, a carattere soprattutto terapeutico, le Terme Puteolane e infine a Lucrino frequentatissime per relax e terapie sono le “Stufe di Nerone”, dove oltre gli impianti moderni per le immersioni, vi sono le saune che corrispondono agli impianti antichi di epoca romana, e il “Lido Nerone–Lo scoglio”, dove è possibile immergersi nelle acque bollenti in apposite vasche situate sulla spiaggia.