x

x

Vai al contenuto

Tragico incidente in moto, Luca e Monica muoiono in modo atroce

Tragico incidente in moto, Luca e Monica muoiono in modo atroce

Un tragico incidente in moto ha portato alla morte di Luca e Monica nella domenica di Pasqua. Avevano rispettivamente 48 e 55 anni e stavano tornando a casa quando è avvenuta una collisione contro un’auto che li precedeva. Sgomento, incredulità e dolore sono i sentimenti che accomunano numerose persone che li conoscevano.

Leggi anche: In ospedale col mal di testa, viene dimesso due volte: poi la tragedia

Leggi anche: Edoardo Galli, tutto quello che si sa sui motivi della scomparsa

Tragico incidente in moto, muoiono Luca e Monica

Ieri sera, intorno alle 19, nel giorno in cui si festeggia la Pasqua, una coppia: Luca Donati e Minica Tarrroni, hanno perso la vita sul colpo nei pressi di Savio, sulla variante dell’Adriatica, a Ravenna. I due si trovavano imbottigliati nel traffico in sella ad una Honda Cbr e stavano percorrendo la Statale diretta verso casa. Per cercare una via alternativa più rapida a causa di un interruzione di strada per via di un furgoncino che poco dopo le 18 era andato a fuoco in via Romea Sud, nei pressi dell’ingresso della cava Manzona Vecchia, avrebbero superato alcuni mezzi per fare inversione di marcia.

Mentre cercavano di uscire dalla coda di auto, i due si sono trovati davanti una vecchia Volkswagen guidata da un giovane. L’impatto sarebbe avvenuto contro lo spigolo anteriore della vettura. Uno schianto che non ha purtroppo lasciato scampo ai due motociclisti, deceduti praticamente sul colpo. (continua dopo le foto)

Leggi anche: Monica accusa un malore dopo una spirometria: muore a soli 32 dopo la corsa in ospedale

Le vittime

Immediato l’intervento dei sanitari e della polizia locale di Ravenna e quella di Cervia. Purtroppo però, per Luca e Monica non c’è stato nulla da fare. Il giovane alla guida della Volkswagen è stato poi accompagnato all’ospedale Bufalini di Cesena in stato di shock. Quello che doveva essere un giorno di festa si è trasformato in un giorno di dolore. Monica avrebbe festeggiato i suoi 56 anni il mese prossimo e aveva tre figli. Era stata educatrice per disabili e dal 2015 era la referente di ‘Zio Giò’, una casa di cura per anziani. La coppia, pur essendo quasi sempre presente in struttura assieme a operatrici e gestendo una dozzina di ospiti, risiedeva nella vicina via Pollarola.

Per la piccola frazione di Belricetto, dove le prime sia pure scarne notizie avevano già cominciato a diffondersi già nella tarda serata di ieri,