x

x

Vai al contenuto

Tragedia in Italia, i famosi del web si schiantano in auto: chi è morto sul colpo

Tragedia in Italia, i famosi del web si schiantano in auto: chi è morto sul colpo

Un drammatico incidente è avvenuto ieri, 14 giugno 2023, a Roma intorno alle 15.45. Due auto, una delle quali un suv Lamborghini si sono scontrate frontalmente tra via Archelao di Mileto e via di Macchia Saponara, tra Acilia e Casalpalocco. Nell’incidente ha purtroppo perso la vita il piccolo Manuel, un bambino di 5 anni. Il bimbo è stato prima trasportato al Grassi di Ostia dove è stato ricoverato in rianimazione, in arresto cardiocircolatorio. Poche ore dopo, purtroppo, non ce l’ha fatta. Il ventenne alla guida del suv è indagato per omicidio stradale. Vediamo insieme una prima ricostruzione di quanto accaduto fatta da parte degli inquirenti. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Terribile incidente in autostrada: coinvolte sei auto e un tir

Leggi anche: Gravissimo incidente per Sergio Rico, come sta il portiere del PSG

Leggi anche: Alberto Zaccheroni, tragico incidente domestico: come sta adesso

Leggi anche: Kata, la bimba scomparsa: l’annuncio choc della famigliaIncidente a Roma, morto un bimbo di 5 anni: cos’è successo

Un drammatico incidente è avvenuto ieri, 14 giugno 2023, a Roma intorno alle 15.45, tra via Archelao di Mileto e via di Macchia Saponara, tra Acilia e Casalpalocco. L’incidente è avvenuto tra una Smart e un Suv Lamborghini guidato da un ventenne e con a bordo altri 4 giovani. Il bimbo era sull’utilitaria con la madre e la sorella. Il bimbo, purtroppo, è deceduto. La mamma del bambino, una donna di 35 anni, è ricoverata all’ospedale Sant’Eugenio dove è giunta in codice rosso: anche la sorellina del bambino è ricoverata in gravi condizioni. Il conducente e i passeggeri del Suv sono rimasti illesi. A bordo del suv noleggiato c’erano quattro giovani, alcuni dei quali fanno parte del gruppo di influencer youtuber The Bordeline, un canale da diverse centinaia di migliaia di followers su YouTube, Instagram e TikTok. Stando ad una prima ipotesi da parte degli inquirenti, i ragazzi sul Suv molto probabilmente erano distratti dai cellulari.

In quel momento sarebbero stati alle prese con una “challenge”. La sfida era una corsa lunga 50 ore a bordo di un suv Lamborghini: con le tappe riprese e postate nei profili social dei quattro ragazzi. Come riportato Leggo, le Forze dell’Ordine avrebbero sequestrato i telefonini dei ragazzi a bordo della Lamborghini, per verificare chi stava girando in quel momento il video forse da pubblicare poi su YouTube. (Continua a leggere dopo la foto)

Le parole del propietario che ha noleggiato il Suv

Dopo aver appreso la terribile notizia dell’incidente che ha portato alla morte del piccolo Manuel, il proprietario del Suv, noleggiato ai ragazzi, ha voluto esprimere il suo cordoglio per quanto accaduto. Come riportato da Leggo, su Instagram ha scritto: “Esprimo il cordoglio a nome di tutto lo staff di Skylimit alla famiglia dle bimbo, sono distrutto, quando vi dico che facciamo un mestiere del c***o mi riferisco anche a questo, ricordo a tutto però che la dinamica è ancora poco chiara e che insultare noi solo perché noleggiamo auto a personeche possono incorrere in incidenti, non serve a nulla. Cerchiamo di fare tutto nel miglior modo possibile o quanto ci danniamo provandoci. Le responsabilità verrano accertate da chi di dovere e chi ha sbagliato pagherà. Un bacino piccolo”.

Immagini di repertorio