Vai al contenuto

Sinner: “Sembrava che Nole stesse male”

Sinner: “Sembrava che Nole stesse male”

Jannik Sinner ha scritto la storia battendo Djokovic nella semifinale degli Australian Open e diventando il primo italiano di sempre ad ottenere il pass per l’ultimo capitolo del torneo di Melbourne. Un risultato incredibile che moltiplica la sua importanza visto il blasone dello sfidante, già vincitore per 10 volte nella competizione.

Leggi anche: Australian Open: Sinner vola in semifinale

Leggi anche: Australian Open, Sinner batte Djokovic: è finale

Al termine del match Sinner ha raccontato le proprie sensazioni: “La fiducia dalla fine dello scorso anno è altissima, mi ha dato la sicurezza di poter giocare con i migliori al mondo. Domenica sarà la mia prima finale Slam e vedremo come andrà: scenderò in campo col sorriso e farò del mio meglio”. (CONTINUA DOPO IL VIDEO)

Domenica la finale contro Medvedev o Zverev

L’ultimo ostacolo per la vittoria del proprio primo Slam, che si disputerà domenica, sarà rappresentato dal vincitore dell’altra semifinale: “Guarderò la sfida tra Medvedev e Zverev: io sono un grande appassionato di tennis e tra l’altro ora sono anche un po’ più tranquillo. Sono entrambi giocatori incredibili: Sascha è tornato al 100%, Daniil sta giocando bene, speriamo sia una bella partita. E vediamo chi ci sarà dall’altra parte della rete”. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Esultanza Sinner
L’esultanza di Sinner dopo il successo ottenuto contro Djokovic in semifinale degli Australian Open

Sinner è apparso tranquillo e soddisfatto dopo il terzo successo ottenuto contro Djokovic dopo la vittoria all’esordio alle Atp Finals e in semifinale di Coppa Davis: “Non vedevo l’ora di giocare questa partita, è bello giocare contro un giocatore così, con lui avevo perso la semifinale a Wimbledon ma puoi imparare da partite così. Sono felice di aver condiviso questo oomentoo con voi e con il mio team”.

“Buongiorno Italia! Ci vediamo domenica”

Una partita durissima, come affermato dallo stesso Sinner, che l’italiano ha dominato nei primi due set in complicità con i tanti errori effettuati da Djokovic “Sembrava non stesse bene” e poi capitalizzato nel quarto set dopo tre ore e mezza di puro tennis. Al termine della gara Sinner ha voluto mandare un messaggio ai tanti tifosi italiani che l’hanno tifato e alla propria famiglia rimasta in Europa: “La mia famiglia è a casa, non sono qui. In Europa sono le 8.15, buongiorno ragazzi! Ma non solo alla mia famiglia, a tutte le persone che mi sono vicine e a tutti i tifosi italiani. Sono felice del calore che arriva da casa ma anche del supporto dei tifosi qui a Melbourne. Ci vediamo Domenica!”.

Argomenti