Vai al contenuto

Australian Open: Sinner vola in semifinale

Australian Open: Sinner vola in semifinale

Jannik Sinner si conferma nuovamente tra i migliori tennisti al mondo ottenendo la seconda semifinale in uno Slam dopo Wimbledon nel 2023, la seconda in carriera in Australia. Nei quarti di finale degli Australian Open, il tennista altoatesino ha infatti battuto il numero 5 al mondo Andrey Rublev 6-4, 7-6, 6-3.

Leggi anche: Australian Open: Sinner avanza al terzo turno

Leggi anche: Australian Open, Sinner passa al secondo turno: Van de Zandschulp ko in 3 set

Jannik Sinner con la vittoria ottenuta contro Rublev è diventato il 2° italiano di sempre a qualificarsi tra i primi quattro nel torneo di Melbourne dopo Matteo Berrettini nel 2022. Una vittoria schiacciante per il campione italiano che non ha concesso neanche un set al proprio avversario cancellando tutte le 8 palle break concesse e nessun turno di servizio. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Jannik Sinner
L’italiano Jannik Sinner festeggia un match point nel primo turno di singolare contro l’olandese Botic van de Zandschulp durante la prima giornata degli Australian Open 2024 al Melbourne Park il 14 gennaio 2024 a Melbourne, Australia. (Foto di Andy Cheung/Getty Images)

Ora per Sinner toccherà sfidare il 10 volte campione Novak Djokovic in semifinale venerdì: “In semifinale c’è ancora Djokovic, l’ho battuto due volte e sono fortunato ad affrontare il n°1 del mondo. Sarà dura, darò il 100% e poi vediamo cosa accadrà”.

“Mi alleno per vivere questi momenti di pressione

“E’ stato difficile giocare con Rublev, è stata durissima. Potevo perdere sia il primo che il secondo, ha avuto tante palle break e mi sono salvato con il servizio. Ho reagito rapidamente, ho cercato di muoverlo. E’ un piacere giocare su questo campo, non importa che ora sia. Sono felice di essere in semifinale. Il tie-break del 2° set? Non so come ne sono uscito, ho cercato di giocare i miei punti al servizio e ho strappato la battuta due volte. Mi piacciono questi momenti, mi alleno per questi punti di pressione” ha detto Sinner a fine partita.

Argomenti