Vai al contenuto

Australian Open, Sinner passa al secondo turno: Van de Zandschulp ko in 3 set

Australian Open, Sinner passa al secondo turno: Van de Zandschulp ko in 3 set

Buona la prima per Jannik Sinner agli Australian Open: battuto in tre set l’olandese Botic Van de Zandschulp (6-4, 7-5, 6-3). Il tennista azzurro accede dunque al secondo turno dove affronterà un altro olandese: Jesper de Jong. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Berrettini si ritira dagli Australian Open per un problema al piede

Leggi anche: Genoa-Torino 0-0: pareggio che non nuoce a nessuno

Jannik Sinner
L’italiano Jannik Sinner festeggia durante il match di singolare del Round Robin tra l’italiano Jannik Sinner e il danese Holger Rune nel quinto giorno delle Nitto ATP World Tour Finals. Jannik Sinner vince 6-2, 5-7, 6-4 su Holger Rune. (Foto di Marco Canoniero/LightRocket via Getty Images)

Debutto con vittoria per Jannik Sinner agli Australian Open: l’azzurro ha battuto in tre set (dopo circa due ore e mezza di gioco) l’olandese Botic van de Zandschulp con il punteggio di 6-4, 7-5, 6-3. Al secondo turno affronterà un altro olandese: si tratta di Jesper de Jong, uscito vittorioso dopo 4 set contro l’argentino Pedro Cachín. Sinner si è reso protagonista di una prova strutturata, nonostante qualche imprecisione di troppo nel servizio. E’ riuscito ad annullare 5 delle 6 palle break concesse: i punti decisivi sono andati tutti dalla sua parte.

Le parole di Sinner

La prima vittoria del 2024 vale a Sinner l’accesso al secondo turno degli Australian Open. Intervenuto dopo la vittoria, il tennista altoatesino ha commentato con soddisfazione il risultato ottenuto:

E’ una vittoria che significa molto, è la prima della stagione e su un campo importante come la Rod Laver Arena. Fisicamente mi sento bene. Sono qui con una buona forma, anche se oggi ho fatto qualche scelta sbagliata, ma ci sta. Il primo incontro non è mai facile, devo cercare di servire meglio. Penso che oggi potrò essere felice, anche perché sono stato bene in campo. Adesso ho altri due giorni di allenamento per migliorare. La semifinale con Djokovic? E’ solo domenica, il torneo è lungo. Sicuramente l’obiettivo è arrivare a giocare questi match. Per me è importante avere Darren Cahill nel team, dà tranquillità a tutto il team. Sta diventando sempre più italiano un po’ alla volta. Gli stiamo insegnando quale tipo di pasta è meglio da mangiare e quale no…“.

Argomenti