Vai al contenuto

Serie A: colpaccio Bologna, il Monza batte il Genoa

Serie A: colpaccio Bologna, il Monza batte il Genoa

Continua la striscia positiva del Bologna che ha battuto in trasferta la Salernitana. Il Monza vince di misura contro il Genoa grazie ad un gol di Mota.

Momento d’oro per il Bologna

Il Bologna continua a volare e supera addirittura il Napoli campione d’Italia in classifica. Qualcosa di inimmaginabile fino a qualche settimana fa, considerando anche il mercato povero dei rossoblu nella scorsa estate. Il trio formato da Ndoye, Ferguson e Saelemaekers funziona e permette diverse soluzioni offensive nello scacchiere tattico. A Salerno si scatena Zirkzee che prima ribatte in rete una respinta corta di Costil, poi raddoppia con un’azione personale saltando il portiere. Dopo venti minuti il centravanti olandese ha già messo in cassaforte una doppietta per un complessivo di sette reti stagionali. Sulla sponda campana non girano bene le cose e Inzaghi addirittura richiama in panchina Lovato prima del fischio di fine primo tempo. Tra l’altro il neoentrato Tchaouna rimedia l’ammonizione un minuto dopo e gioca con il freno a mano per evitare l’espulsione. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Inter, Inzaghi: “Risposta da grande squadra. Ci godiamo il momento”

Leggi anche: Test ok per Leao: ci sarà in Champions contro il Newcastle

Thiago Motta al Bologna
Thiago Motta osserva i proprio giocatori nella fase di riscaldamento (Photo by Nicolò Campo/LightRocket via Getty Images)

Vista Champions per Motta

All’Arechi la Salernitana trova il gol solo nel finale grazie a Simy. Lo stesso attaccante avrebbe una grande occasione all’ultimo minuto di recupero, ma sbaglia con il destro condannando i campani all’ennesima sconfitta stagionale. Thiago Motta è appaiato alla Roma in classifica e sogna una storica qualificazione in Champions League. La Salernitana rimane in fondo alla classifica senza far vedere segnali di cambiamento nemmeno tra le mura amiche. Inzaghi è appeso ad un filo.

Il Monza batte il Genoa

Il Monza torna a vincere in casa dopo circa due mesi e sale a 21 punti in classifica. La zona europea ora è alla portata, mentre il Napoli dista tre punti. Ritorno al gol anche per Mota, a digiuno da sette mesi e molto criticato dalla tifoseria negli ultimi tempi. Buio profondo per Gilardino che nelle ultime cinque giornate ha raccolto soltanto un punto e sta venendo lentamente risucchiato nella lotta per non retrocedere. Delude anche Retegui, reo di aver fallito una clamorosa occasione che avrebbe potuto rimettere in carreggiata il Grifone. I brianzoli ora guardano al prossimo derby lombardo contro un Milan in crisi. Da registrare anche diversi scontri prima del fischio di inizio con l’intervento della Polizia in assetto antisommossa: la causa sarebbe da ricercarsi nel gemellaggio che il i tifosi del Monza hanno con lo Sporting Gijon, acerrimi rivali della Curva genoana. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Abbraccio dei giocatori del Monza
Abbraccio tra i giocatori del Monza (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Le parole degli allenatori

Abbiamo fatto una ottima partita, non dobbiamo guardare troppo avanti. La squadra ha lavorato con grande spirito, la sconfitta con la Juve ci ha dato energia positiva. I ragazzi ci hanno messo cuore e anima, ci siamo anche un po’ sporcati, è stata la vittoria del gruppo e siamo molto soddisfatti” ha dichiarato Palladino soddisfatto per la vittoria.

Ha risposto a distanza Alberto Gilardino, deluso per le occasioni offensive sprecate da Retegui e Dragusin: “Primo tempo equilibrato, secondo tempo dominato da parte nostra con occasioni per andare in vantaggio e pochissimo concesso al Monza. In questo momento veniamo penalizzati, però dobbiamo continuare a pensare positivo. La volontà nostra è continuare a lavorare dando fiducia a questi ragazzi“.

Leggi anche: MLS Cup, Chiellini perde in finale: “Forse è stata l’ultima partita”

Argomenti