x

x

Vai al contenuto

Rocco Siffredi irriconoscibile sfila in versione drag queen

Rocco Siffredi irriconoscibile sfila in versione drag queen

Rocco Siffredi è stato uno dei concorrenti della prima puntata di Non sono una signora, il nuovo show dedicato al mondo delle Drag Queen condotto da Alba Parietti su Rai 2. L’attore sembrava un’altra persona: difficile riconoscerlo con tacchi, parrucca e una montagna di trucco in viso. Rocco ha utilizzato il nome d’arte di Eva Lungherja. Cosa ha detto a proposito del mondo delle drag queen dopo aver vestito i loro panni? (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Reazione a Catena, telespettatori furiosi: esplode la bufera

Leggi anche: Tiziano Ferro scoppia in lacrime durante il concerto: cos’è successo

Rocco Siffredi subito riconosciuto

Cristina D’Avena, Filippo Magnini, Mara Maionchi e Sabrina Salerno avevano il compito di riconoscere chi si celava dietro i personaggi delle drag e Rocco è stato beccato subito. Assieme a Siffredi in puntata sono stati riconosciuti anche Sergio Muniz (Laisla Rodriga), Patrizio Rispo (Varenne Soleil) e Lorenzo Amoruso (Gigliola Yard), mentre l’identità di She Funk, vincitrice della serata, rimarrà un mistero fino al gran finale, in onda il prossimo giovedì 27 luglio 2023. Il vincitore di ogni puntata quindi, va direttamente alla finale. Cosa pensa Rocco Siffredi del mondo delle drag queen? (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Elisabetta Canalis, la foto su Instagram fa impazzire: occhio al dettaglio

Leggi anche: Pier Silvio Berlusconi confessa: “Ho una vera dipendenza”

Rocco Siffredi sulle drag queen

Durante la puntata si sono visti i filmati che hanno mostrato la lunga preparazione per il ruolo di drag queen. In questi, Rocco Siffredi ha espresso la sua opinione su questo mondo. “Siamo purtroppo tutti pressati da una paura, la paura del ragazzo che non è come ci hanno insegnato tutti. Ci hanno insegnato che si nasce e bisogna amare le donne e solo le donne da maschi, e il contrario per le donne. Tutto ciò ha creato tanto dolore, tanti problemi, e questo è quello che vorrei insegnare ai miei ragazzi. Vedere il loro padre così secondo me li ho toccati, ho toccato un tasto secondo me che non si aspettavano. Ebbene, mi piace. Non devono aver paura di esporsi e fare quello che pare a loro, non agli altri”, ha detto Siffredi, come riporta La Repubblica. Come ha commentato il web le sue parole? (Continua dopo le foto)

I commenti alle parole di Siffredi sulle drag queen

“Quando mi dicono ‘Rocco, grazie a te e alla gente come te avete sdoganato e portato avanti una libertà che ci hanno sempre represso’ io dico sì, ma fino a un certo punto. Io non ho mai preso schiaffi e pugni per quello che faccio, c’è chi ha preso le botte per sdoganare. Ad esempio gli omosessuali, o effemminati, o a scuola, bullizzati. Questo è terrificante. E sicuramente dovete dire grazie a loro più che a me”, ha concluso l’attore. In tantissimi sul web hanno dimostrato di aver apprezzato il discorso di Rocco. “Il programma lancia un messaggio bellissimo”, scrive un utente, “L’uomo non è solo lo stereotipo classico del machismo, l’uomo può essere Drag, l’uomo può essere chiunque esso voglia. È questo che dava fastidio?”, dice qualcun altro.