Vai al contenuto

Riscossa Lazio: Guendozi e Zaccagni decisivi contro l’Empoli

Riscossa Lazio: Guendozi e Zaccagni decisivi contro l’Empoli

La Lazio centra una vittoria importante in trasferta contro l’Empoli. In rete Guendozi e Zaccagni, Sarri vince contro la propria ex squadra.

Sarri contro il passato

L’incrocio del destino regala a Sarri una gara natalizia molto particolare. Dopo il pareggio contro l’Hellas Verona e la sconfitta contro l’Inter il tecnico biancoceleste trova i tre punti per scacciare la crisi e provare a risalire verso la zona Champions League. La sfida contro l’Empoli, ex squadra di Sarri, potrebbe segnare un punto di svolta, mentre i toscani non riescono ad uscire dal periodo negativo e rimangono ancorati al terz’ultimo posto, davanti solo a Salernitana e Cagliari. Andreazzoli ora rischia la panchina e saranno decisive le prossime settimane per l’inversione di tendenza.

Leggi anche: De Laurentiis: “Garcia da esonerare subito”

Leggi anche: Incidente Lavezzi: la ricostruzione dell’avvocato

Andreazzoli sulla panchina dell'Empoli
Aurelio Andreazzoli seduto in panchina (Getty Images)

La sblocca Guendozi

Già nei primi minuti la Lazio riesce a sbloccare la gara grazie ad una giocata di Guendozi. Azio corale che vede Luis Alberto (al rientro tra i titolari) in veste di regista, poi Immobile e Zaccagni provano la conclusione respinta. Ci pensa allora l’ex Marsiglia ad aprire le danze, spianando la strada alla squadra di Sarri. Le note negative del primo tempo però sono gli infortuni e i biancocelesti nei giro di pochi minuti perdono sia Immobile che Luis Alberto. “Ci dispiace per i due compagni, speriamo sia niente di grave. Le sostituzione non ci hanno destabilizzati, siamo solo calati un po’ e loro ne hanno approfittato” ha detto Provedel a fine primo tempo. Grassi e Maldini mettono i brividi con due conclusioni su cui è attento Provedel e la prima frazione si chiude sull’uno a zero laziale. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Lazio
Matteo Guendouzi della Lazio festeggia dopo aver segnato un gol (Foto di Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

Sigillo Zaccagni

Il portiere biancoceleste si ripete ad inizio ripresa con un miracolo sul tiro di Cambiaghi. La Lazio appare distratta e disattenta e l’Empoli ne approfitta per alzare la pressione e il baricentro. Daniel Maldini è uno dei più attivi e instaura una sorta di sfida personale con l’estremo difensore avversario. Andreazzoli capisce il momento e mette dentro Kovalenko e Baldanzi, fuori Fazzini e Cancellieri. Ma è la Lazio a colpire ancora. Grande intuizione del solito Guendozi e che imbecca Zaccagni, il quale supera Caprile e sigilla il match con il raddoppio. Male Baldanzi in impostazione per aver regalato praticamente il pallone al francese. Nel finale Sarri inserisce Zaccagni, Felipe Anderson e Rovella al posto di Pedro, Isaksen e Cataldi. Proprio Castellanos nei minuti finali avrebbe l’opportunità per il tris ma si fa murare da Caprile in angolo.

Tabellino della gara

EMPOLI (4-3-3): Caprile; Ebuehi, Walukiewicz, Luperto, Bastoni; Fazzini (62′ Kovalenko), Grassi (74′ Marin), Maleh (84′ Gyasi); Cancellieri (62′ Baldanzi), Cambiaghi, Maldini (74′ Destro). A disp.:Perisan, Berisha, Shpendi, Kovalenko, Gyasi, Cacace, Marin, Ranocchia, Destro, Ismajli, Baldanzi. All.: Andreazzoli

LAZIO (4-3-3): Provedel; Marusic, Gila, Patric, Pellegrini; Guendouzi, Rovella (77′ Cataldi), Luis Alberto (25′ Kamada); Felipe Anderson (77′ Isaksen), Immobile (21′ Castellanos), Zaccagni (77′ Pedro). A disp.:Sepe, Mandas, Casale, Hysaj, Cataldi, Kamada, Vecino, Pedro, Castellanos, Isaksen. All.: Sarri

Arbitro: Matteo Marchetti; Assistenti: Bresmes – Valeriani; IV Uomo: Ferrieri Caputi; VAR: Nasca; A. VAR: Mazzoleni

Ammoniti: 15′ Maldini (E), 26′ Patric (L), 45’+1′ Fazzini (E), 46′ Rovella (L), 56′ Bastoni (E)

Leggi anche: Mourinho: “Ecco perché ho detto di voler restare”

Argomenti