Vai al contenuto

Mourinho: “Ecco perché ho detto di voler restare”

Mourinho: “Ecco perché ho detto di voler restare”

La Roma è chiamata a reagire per tornare corsa per la Champions dopo la brutta sconfitta subita contro il Bologna. La quadra di Mourinho sabato all’Olimpico affronterà il Napoli, altra squadra in cerca di continuità dopo il 4-0 contro il Frosinone, per un match che promette essere spettacolare con i giallorossi che puntano al sorpasso.

Leggi anche:Mourinho: “Lasciare Roma sarebbe un colpo”

Leggi anche: Playoff Europa League: le sfide di Roma e Milan

“Il Napoli è campione d’Italia con merito, ha vinto in modo molto chiaro. Hanno perso un giocatore e un allenatore ma ne hanno presi altri. È la stessa squadra. Mazzarri ha esperienza. I risultati ora sono diversi, però è lo stesso gruppo con lo stesso potenziale anche dalla panchina” ha detto Jose Mourinho nella consueta conferenza stampa di vigilia. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Mourinho Roma
Jose Mourinho, allenatore della AS Roma, gesticola durante la partita di Serie A TIM tra AS Roma e ACF Fiorentina allo Stadio Olimpico il 10 dicembre 2023 a Roma, Italia. (Foto di Silvia Lore/Getty Images)

Perché ho detto di voler restare alla Roma

Mourinho è tornato a parlare anche del proprio futuro e delle parole pronunciate qualche giorno fa riguardo alla sua ferma volontà di restare ancora a lungo come allenatore della squadra giallorossa: “C’erano dubbi sulla mia posizione, magari si poteva pensare che io avessi un dubbio. Ho voluto che fosse chiaro quale è la mia posizione”. Lo Special One ha anche parlato di diverse offerte ricevute nel corso degli scorsi mesi: dalla possibilità di allenare il Portogallo lo scorso dicembre e quella di andare in Arabia in estate.

Sulla sfida tra centravanti Lukaku contro Osimhen: “Sono entrambi fortissimi ma diversi. Uno si abbassa e si lega ai compagni, l’altro è più diretto e profondo. Sono due bravissimi giocatori, la Serie A deve essere felice di avere entrambi perché potevano giocare anche altrove”. Mourinho ha anche perlato della condizione dei giocatori attualmente infortunati: “Kumbulla non andrà ancora in panchina, forse andrà in panchina per la prossima partita. Anche Dybala va bene, sarà comunque fuori domani. Mancini si è allenato oggi”.

Argomenti