Vai al contenuto

Rafael Leao: “Sono già ai livelli di Mbappè”

Rafael Leao: “Sono già ai livelli di Mbappè”

Intervistato in esclusiva da Sky Sport, Rafael Leao ha parlato della sua avventura al Milan e delle sue ambizioni per il futuro: “Quando sono arrivato qua nessuno parlava di me, oggi sono un idolo. Per questo li ringrazio. Mi hanno messo pressione ma è sempre stata una buona pressione come a dire ‘dai muoviti, puoi farcela’. I tifosi mi hanno accompagnato, senza di loro non sarei quello che sono oggi”.

Leggi anche: Leao si è perso: fuori forma e un gol che manca da troppo

Leggi anche: Verratti, Pogba, Haaland e non solo: Rafaela Pimenta sul futuro dei suoi big

Rafael Leao si è detto entusiasta del nuovo ruolo di leader sottolineato dalla fascia da capitano indossato in campionato contro il Verona: “Il mister ha detto che senza Theo e Calabria sarei stato io il capitano. Non me lo aspettavo però ha detto così. Ha detto che avevo la fiducia da parte di tutti. Erano tutti contenti e sono stato orgoglioso di questo”. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Rafael Leao
Rafael Leao in campo nella gara di qualificazione ad Euro 2024 tra Portogallo e Lussemburgo

Rafael Leao ha anche detto di sentirsi già ai livelli di Mbappé sottolineando come lui però non ambisca ad essere un goleador piacendogli anche fare assist. Quando questo cambierà anche le sue cifre saranno ai livelli di fuoriclasse di fama mondiale come il francese e Haaland. Leao ha anche aggiunto di considerarsi già nella Top 11 del calcio mondiale, questa la formazione da lui scelta: “4-3-3. Maignan, Cancelo a destra, Theo a sinistra, Thiago Silva centrale con… Van Dijk? No… Ruben Dias. A centrocampo Bellingham, De Bruyne, Modric. E davanti Leao a sinistra, Vinicius a destra e Mbappé centravanti”.