Vai al contenuto

Leao si è perso: fuori forma e un gol che manca da troppo

Leao si è perso: fuori forma e un gol che manca da troppo

Rafael Leao sta attraversando un periodo di involuzione. Il portoghese, tra alti e bassi, sta cercando di recuperare lo stato di forma dopo l’infortunio. Il gol però manca da troppo tempo.

Tra alti e bassi

Una stagione tra alti e bassi quella di Rafael Leao, poco continuo sia dal punto di vista del rendimento che dei numeri. Due anni fa era arrivato il premio come miglior giocatore del nostro campionato in occasione del 19esimo scudetto del Milan. Nella scorsa annata invece c’era stata la consacrazione a livello europeo, con la semifinale di Champions League raggiunta (prodigiosa l’azione contro il Napoli che portò al gol Giroud) e le 16 reti in stagione che sono valse il record personale. Negli ultimi tempi però il portoghese sta risentendo del calo dell’intera squadra e Pioli è in cerca di nuove soluzioni. L’ultima rete del giocatore risale addirittura a settembre, quando determinò il risultato nel match contro l’Hellas Verona. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Si rialza la Juve: battuto 2-1 il Frosinone grazie a Yildiz e Vlahovic

Leggi anche: Riecco Lukaku: Mou ritrova il bomber contro il Napoli

Giroud e Leao
Olivier Giroud festeggia con l’attaccante portoghese del Milan Rafael Leao (Foto di Marco BERTORELLO / AFP) (Foto di MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

I postumi dell’infortunio

L’infortunio dell’11 novembre, in occasione della trasferta contro il Lecce al Via del Mare, ha lasciato degli strascichi. Leao ancora non ha ritrovato la condizione ed è apparso non al meglio nelle ultime uscite dei rossoneri. La Lesione di primo grado del bicipite femorale destro lo ha tenuto fuori dal campo per diverse partite, costringendo il Milan a fare a meno del giocatore migliore della squadra in un periodo difficile. Pioli ha provato a reinserirlo gradualmente, facendogli mettere minutaggio nelle gambe poco per volta. Eppure prima dell’infortunio il portoghese era stato protagonista della vittoria rossonera contro il PSG, forse l’ultimo vero acuto di Pioli tra Champions e campionato. Al momento l’attaccante ha segnato solo 3 gol in campionato più uno in Champions, numeri ben al di sotto delle aspettative di inizio stagione, quando la società gli aveva assegnato la prestigiosa maglia numero dieci. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Bartesaghi parla con Leao e Pobega
Leao e Pobega incoraggiano Bartesaghi (Photo by Giuseppe Cottini/AC Milan via Getty Images)

Mancanza di ricambi

Va anche aggiunto che la maggior parte del peso offensivo rossonero è sulle spalle di Leao, spesso per inefficacia dei compagni di reparto. I vari infortuni ad Okafor e Chukwueze hanno spesso limitato le alternative sulle fasce d’attacco, obbligando Pioli a schierare il portoghese anche in momenti di condizione non ottimale. Non ha giovato nemmeno il passaggio al 4-4-2 in alcune circostanze, modulo che in un certo senso circoscrive il raggio d’azione dell’ex Lille. Il rinnovo del contratto, pur essendo un passo importante, potrebbe non bastare a trattenere il ragazzo a fine stagione qualora la stagione del Milan dovesse rivelarsi deludente e senza trofei.

Leggi anche: Il Manchester City vince Mondiale per club: goleada alla Fluminense

Argomenti