x

x

Vai al contenuto

Influenza, Pregliasco avverte gli italiani: fate attenzione a questi sintomi

Influenza, Pregliasco avverte gli italiani: fate attenzione a questi sintomi

“L’influenza è partita forte”, parole di Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università Statale di Milano. Superato già il milione di contagi, tantissimi gli italiani a letto con la febbre. Intervistato dall’AdnKronos, il virologo lancia un serio avvertimento: “Sarà una bella stagione per l’influenza, l’abbiamo visto in Australia dove l’incidenza del virus H3N2 è state molto vivace”. (Continua…)

Leggi anche: Aspirina, chi non dovrebbe assumerla: i rischi

Leggi anche: Meteo, freddo polare in arrivo: ecco dove e quando

Influenza, superato il milione di contagi

Secondo Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università Statale di Milano, l’influenza stagionale “è partita forte” e a leggere i dati sembra che non ha torto. Stando ai primi dati diffusi dall’Iss, infatti, nella settimana tra il 6 il 12 novembre i casi stimati di sindrome simil-influenzale sono circa 375mila. In totale, dall’inizio di ottobre, si arriva a circa 1.264.000 casi. Numeri da capogiro, che fanno allarmare gli esperti. L’influenza colpisce veramente tutti, dai bambini agli anziani, e c’è già qualche “vittima” illustre. L’influenza, infatti, ha colpito anche la premier Giorgia Meloni, che è stata costretta a rinviare il Consiglio Supremo di Difesa previsto per oggi. Nel mondo dello spettacolo, invece, il cantante Luciano Ligabue ha annullato i concerti a Roma e Eboli. (Continua…)

Leggi anche: Ligabue sta male: la triste notizia per i fan del cantante

Leggi anche: Mara Venier non sta bene, arriva la triste notizia

Influenza, quali sono i sintomi

Ai microfoni dell’AdnKronos, il virologo Fabrizio Pregliasco ha svelato anche quali sono i sintomi a cui dobbiamo fare attenzione: “Direi che ci sono tutti presupporti per una stagione influenzale che non va sottovalutata. Sono tre i sintomi con cui si riconosce negli adulti: inizio brusco e con febbre a 38 o oltre; il naso chiuso o che gocciola e almeno un sintomo sistemico come dolori muscolari o articolari”. L’esperto ha poi aggiunto: “È chiaro che possono esserci delle sfumatore e delle variazioni perché in una stagione invernale possono circolare centinaia di virus respiratori, dal rinovirus che è quello che porta il raffreddore al virus sinciziale che si manifesta nei bambini piccoli”. (Continua…)

Influenza, il dato sui vaccini è molto basso

C’è un dato che preoccupa Fabrizio Pregliasco ed è quello legato alle vaccinazioni: “Sono molto, molto basse e non va bene perché così non si ha la percezione che non sia un rischio per gli anziani e i fragili”. Il vaccino resta l’unico antidoto sia contro l’influenza che contro il Covid, il quale ricordiamo che non è mai andato via.