x

x

Vai al contenuto

Marta Fascina, con chi vive adesso ad Arcore: interviene Pier Silvio

Marta Fascina, con chi vive adesso ad Arcore: interviene Pier Silvio

Dopo la morte del Cavaliere pare che Marta Fascina, ultima compagna di Silvio Berlusconi, viva ancora ad Arcore. I figli dell’ex premier, però, sarebbero pronti ad intervenire per risolvere una volta per tutte la questione. La notizia sarebbe stata riportata da Dagospia, ma al momento si tratta pur sempre di un’indiscrezione. (Continua…)

Leggi anche: Marta Fascina, le voci sulla presunta malattia

Leggi anche: Marta Fascina lascia Arcore? Arriva la decisione definitiva

Chi è Marta Fascina

Marta Fascina è una politica e deputata alla Camera di Forza Italia dal 23 marzo 2018. È stata l’ultima compagna di Silvio Berlusconi. Laureata all’Università “La Sapienza” di Roma in lettere e filosofia, dopo gli studi ha intrapreso la carriera di giornalista, seppur brevemente, collaborando con diverse testate giornalistiche tra cui il Giornale, dove ha ricoperto anche il ruolo di addetta stampa. In seguito è passata all’ufficio stampa del Milan, dove ha conosciuto Adriano Galliani e soprattutto Silvio Berlusconi. Nel 2013 è entrata in politica, aderendo al Popolo della Libertà. (Continua…)

Leggi anche: Pier Silvio Berlusconi, l’ultimatum a Marta Fascina: cosa sta succedendo

Leggi anche: Silvio Berlusconi, la splendida notizia dopo il funerale

Oggi vive ad Arcore

Dopo la morte di Silvio Berlusconi, Marta Fascina sarebbe rimasta a vivere ad Arcore. Con lei ci sarebbero anche il padre e la zia. La notizia è stata riportata da Dagospia. A quanto pare, però, la sua presenza ad Arcore sarebbe diventata “ingombrante”, soprattutto per i figli del Cavaliere, Pier Silvio e Marina. I due starebbero pensando ad un escamotage per far lasciare l’abitazione alla Fascina. (Continua…)

L’idea dei figli del Cavaliere

Pier Silvio e Marina Berlusconi starebbero pensando ad un escamotage per far liberare la villa di Arcore a Marta Fascina. In particolare, come riporta Dagospia, Marina avrebbe trovato una soluzione: la maggiore dei fratelli Berlusconi, infatti, vorrebbe aprire un ente benefico in ricordo del padre e lo vorrebbe sistemare proprio nella villa. L’obiettivo della fondazione sarebbe quello di promuovere iniziative socio culturali. Qualora l’idea dovesse andare in porto, Marta Fascina, insieme al padre e alla zia, sarebbe costretta a lasciare la villa.