x

x

Vai al contenuto

Maltempo Italia, terribile tromba d’aria: quali sono i danni

Maltempo Italia, terribile tromba d’aria: quali sono i danni

Il maltempo crea danni in Italia. Nella serata di domenica 3 marzo una terribile tromba d’aria si è abbattuta sul nostro paese, creando enormi danni. Adesso che la situazione climatica pare si sia tranquillizzata, gli italiani sono costretti a fare la conta dei danni causati dal maltempo. (Continua…)

Leggi anche: Forte scossa di terremoto, grande paura

Leggi anche: Maltempo in Italia, valanga travolge tutto: diversi paesi isolati

Terribile tromba d’aria in Italia

Una terribile tromba d’aria si è abbattuta sul nostro paese nella serata di domenica 3 marzo. Il vento ha superato la velocità di 100km/h. La tromba d’aria ha creato danni enorme. La zona interessata dalla tromba d’aria, appena un mese fa, era stata colpita da una mareggiata. A questo punto le perdite rischiano di moltiplicare e creare enormi disagi ai residenti e soprattutto agli imprenditori. (Continua…)

Leggi anche: Neonato rapito, la notizia è appena arrivata

Leggi anche: Madonna di Trevignano, l’ultimo mistero su Gisella Cardia: perché copre le mani

Tromba d’aria Ostia

La tromba d’aria ha colpito le spiagge di Ostia. A farne le spese sono state le cabine. Alcune di queste sono state spostate all’indietro, altre invece hanno perso il tetto di legno, che è stato totalmente sradicato dalla forza del vento. Una delle strutture adibite ai bagnanti, inoltre, si è ribaltata e altre sono collassate o hanno perso porzioni di ringhiera. Appena un mese fa, nella zona di Ostia Ponente, una mareggiata aveva divelto parti della struttura rendendo impraticabili spazi dedicati alla ristorazione ed anche intere porzioni di spiaggia. (Continua…)

Le parole degli imprenditori locali

Franco Petrini ha lanciato un grido d’allarme dopo la tromba d’aria che ha colpito le spiagge di Ostia: “Noi, come la Vecchia Pineta, questa volta siamo stati quelli che hanno subito più danni e questa volta il criticato lungomuro ha contribuito a contenere i materiali divelti dal vento che, in assenza della ringhiera e del muretto, avrebbero potuto finire per strada. La verità è che i danni maggiori li stiamo pagando, e purtroppo non da oggi, all’azione del mare. Sono le onde che hanno eroso la spiaggia e distrutto le cabine, a metterci più in difficoltà. Vale per noi, come per realtà storiche come il Kursaal, volendosi limitare a citarne soltanto una”.