Vai al contenuto

Inzaghi: “Dovevamo chiuderla, poteva succedere di tutto”

Inzaghi: “Dovevamo chiuderla, poteva succedere di tutto”

Simone Inzaghi avrebbe voluto un’Inter più cinica sotto porta per chiudere prima la gara. Ora occhi sullo scontro diretto con la Juventus.

L’incubo degli asterischi

Simone Inzaghi ha evitato di parlare della gara che l’Inter deve recuperare ancora in calendario. Il tecnico ha dichiarato che la classifica va osservata senza asterisco, forse proprio per dimenticare un episodio negativo del passato. I nerazzurri persero uno scudetto due anni fa quando furono sconfitti dal Bologna nella gara di recupero. L’errore del portiere di riserva Radu si rivelò decisivo per assegnare lo scudetto ai rivali dell’Inter. Inzaghi dunque non vuole ripetere lo stesso errore psicologico nella sfida a distanza con la Juventus. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Mazzarri vede il bicchiere mezzo pieno: “Sono soddisfatto”

Leggi anche: Thiago Motta non parla dell’arbitro: ecco cosa è successo

Lautaro Martinez in rete in Champions League
Lautaro Martinez esulta dopo il gol decisivo (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Verso lo scontro diretto

La prossima giornata di Serie A propone infatti proprio lo scontro diretto contro la Juventus. Allegri viene da un pareggio contro l’Empoli, con tanto di espulsione di Milik che dovrà saltare la gara contro l’Inter. Inzaghi invece ha raccolto i tre punti su un campo difficile come quello di Firenze, risorpassando i bianconeri in classifica. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi aspetta il fischio di inizio della gara (Foto di Fabrizio Carabelli/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

Le parole di Inzaghi

Queste le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa dopo la sfida contro la Fiorentina: “La partita è molto importante su un campo difficile. La squadra ha fatto un ottimo primo tempo ed è lì che dovevamo chiuderla, facendo magari un altro gol. Una squadra come la Fiorentina può sempre impensierirti l’abbiamo tenuta in partita. Ci sono state delle ripartenze nel secondo tempo in cui abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio, poi poteva succedere di tutto. Vittoria importantissima ma sono solo 21 partite, il percorso deve continuare sapendo che le partite saranno difficili come stasera“.

Leggi anche: Il Bologna pareggia nel finale: Milan beffato da Orsolini

Argomenti