x

x

Vai al contenuto

Formaggio ritirato dal mercato, il rischio è altissimo: marchio e lotti interessati

Formaggio ritirato dal mercato, il rischio è altissimo: marchio e lotti interessati

Formaggio ritirato dal mercato, il rischio è altissimo: marchio e lotti interessati. Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio e a ritirare il prodotto dal mercato. In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita, e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale del Ministero della Salute. Oltre ai richiami di prodotti alimentari, sono pubblicate on line anche le revoche dei richiami successivi a risultati di analisi favorevoli, scadenza o per altri motivi. In queste ore, come riportato da Leggo, un lotto di formaggio canestrato e diversi lotti di tartare di bovino sono stati ritirati a causa del rischio microbiologico grave per la salute dei consumatori dovute a contaminazioni di batteri. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Nuova maxi multa in spiaggia: italiani senza parole, cosa non si può più fare

Leggi anche: Non mangiare questi cibi d’estate: ecco perché sono pericolosi per la tua salute

Leggi anche: Nuovo richiamo alimentare, prodotto ritirato dal supermercato: i rischi

Leggi anche: Este, camion prende fuoco in mezzo alla strada: le conseguenze

Formaggio ritirato dal mercato, il rischio è altissimo: marchio e lotti interessati

Un lotto di formaggio canestrato e diversi lotti di tartare di bovino sono stati ritirati a causa del rischio microbiologico grave per la salute dei consumatori dovute a contaminazioni di batteri. Gli avvisi sono stati pubblicati sulla sezione ‘Richiami Alimentari’ sul portale del ministero della Salute. Per quanto riguarda la tartare, come riportato da Leggo, il ritiro è dovuto alla possibile presenza del batterio Escherichia Coli e riguarda confezioni vendute con denominazione diversa (Fiorani Tartare, Bovino Tartare e Tartare) ma tutte con lotto numero 25223TA e scadenze a 4-5-6 luglio 2023. Sono prodotte tutte da Fiorani & C spa, nello stabilimento con sede a Piacenza e vendute in confezioni da 210 grammi.

Il ritiro del formaggio è dovuto alla presenza del batterio Listeria monocytogenes e riguarda il marchio Canestrato di Toto, con numero di lotto CEITD6L2N e scadenza 06/07/2023, prodotto dallo stabilimento di Soc. Cop Produttori di Formaggi di Vetralla (Viterbo). Infine un altro ritiro ha riguardato una spezia indiana Shani Gran Masala, con lotto numero 101/NA/W2B, prodotta in Germania da Global Foods Trading, per possibile tossicità acuta dovuta alla presenza di ossido di etilene. In tutti i casi la raccomandazione è quella di non consumare i prodotti e riconsegnarli al punto di acquisto. (Continua a leggere dopo la foto)

Cos’è Listeria?

Listèria è un genere di batteri, che comprende sei specie e deve il suo nome al medico britannico Joseph Lister. Essi sono batteri Gram-positivi, che attaccano principalmente il sistema immunitario. Essi sono ampiamente distribuiti nell’ambiente e possono contaminare alimenti, come latte e i suoi derivati. Positivi alla colorazione di Gram, asporigeni, privi di capsula, mobili per la presenza di flagelli peritrichi, sono positivi al test della catalasi e negativi al test della ossidasi. Crescono su terreni ricchi, come l’agar-sangue, l’agar Oxford-listeria, l’agar Ottaviani&Agosti.