Vai al contenuto

Codice della strada: le nuove pesantissime regole lasciano tutti senza parole

Codice della strada: le nuove pesantissime regole lasciano tutti senza parole

Codice della strada nuove regole. Sono in arrivo novità importanti sul codice della strada. È quanto filtra dal MIT, il dicastero dei trasporti guidato dal ministro Matteo Salvini. Alcune di queste sono davvero molto pesanti: chi commette un certo tipo di infrazione, infatti, potrebbe incorrere nel ritiro della patente. Ad annunciarlo è lo stesso ministro a Radio 24. (Continua…)

Leggi anche: Incidente di Roma, nel video spunta fuori la verità: cos’è successo veramente

Leggi anche: Sommergibile Titan, esce fuori la drammatica verità: “Come sono morti realmente”

codice della strada 683x1024

Cos’è il codice della strada

Il codice della strada è un complesso di norme nella forma di codice emanate per regolare la circolazione su strada di pedoni, veicoli e animali. Ogni Stato del mondo definisce il contenuto, le modalità di esecuzione e attuazione di tali norme in base al proprio ordinamento giuridico interno e agli accordi internazionali.

In Italia la prima norma fu la legge 20 marzo 1865, n. 2248 (ALL. D), che stabiliva alcune regole sulla velocità e il corretto comportamento per i conducenti dei veicoli a trazione animale. In seguito alla grande diffusione delle biciclette, furono previste le prime targhe veicolari italiane, con il R.D. 16 dicembre 1897, n. 540 che introduceva l’obbligo di dotare i velocipedi di una targa comunale. (Continua…)

Leggi anche: Kata scomparsa, il mistero del cancello a Chi l’ha Visto

Leggi anche: Meteo Giuliacci, quanto durerà il caldo intenso? Le previsioni

infrazione 683x1024

Codice della strada nuove regole: l’innalzamento del limite di velocità

Nella proposta di legge studiata dal ministro Matteo Salvini c’è l’ipotesi di innalzamento del limite di velocità oltre i 130 km/h in alcuni punti dell’autostrada. A Radio 24, il ministro ha dichiarato: “Sono convinto che su alcune tratte italiane a tasso di incidentalità prossimo allo zero, in alcuni orari, laddove ci sono tre, quattro o addirittura cinque corsie, anche un superamento controllato degli attuali 130 chilometri orari come negli altri paesi europei possa essere preso in considerazione”.

Non la pensa alla stessa maniera il Codacons, che si schiera contro qualsiasi modifica al Codice della strada volta ad innalzare i limiti di velocità in autostrada. “L’innalzamento dei limiti in autostrada è una idea già lanciata nel 2001 dall’allora Ministro dei trasporti Lunardi e poi ritirata fuori nel 2009 da Matteoli. Un’ idea subito abbandonata – dice il Codacons – perché avrebbe avuto ripercussioni pensatissime sulla sicurezza stradale, incrementando il numero di morti sulle strade. E a confermarlo sono gli ultimi rapporti ufficiali dell’Istat sull’incidentalità in Italia“. (Continua…)

matteo salvini 1 683x1024

Codice della strada nuove regole

Il ministro Matteo Salvini ha poi spiegato ai microfoni di Radio 24 quali sono le nuove regole presenti nel disegno di legge: “L’impossibilità per i neo patentati di guidare per i tre anni auto di grossa cilindrata, il ritiro definitivo della patente per i recidivi che creano danni guidando ubriachi e sanzioni più severe per guida con il telefonino. Chi viene fermato dopo aver assunto droghe subirà la sospensione della patente”.

Per gli ubriachi recidivi, invece, basterà l’obbligo dell’alcolock, il dispositivo che blocca l’accensione del veicolo in caso di positività all’alcol test. Si introduce, inoltre, la sospensione della patente per chi è sorpreso alla guida col cellulare, contromano e per tutti i comportamenti che generano statisticamente alta incidentalità. Più garanzie per i ciclisti, che verranno protetti soprattutto in caso di sorpassi, e chiarezza sui monopattini con targhe, assicurazione e obbligo di casco.