x

x

Vai al contenuto

Chi era Antonio, il macchinista eroe che ha salvato i passeggeri prima di morire

Chi era Antonio, il macchinista eroe che ha salvato i passeggeri prima di morire

Un macchinista stava guidando il treno regionale 4193 Pescara-Sulmona, quando improvvisamente ha accusato un grave malore. L’uomo, nonostante l’infarto in corso, ha trovato il coraggio e la forza di femerare il convoglio, in aperta campagna, così da mettere in salvo i passeggeri ed evitare un incidente dalle conseguenze devastanti. Purtroppo, però, poco dopo è morto. Scorpiamo insieme chi era Antonio. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Tragedia nel calcio, muore in campo a 25 anni: “Crollato mentre correva”

Leggi anche: Tragedia in tangenziale, motociclista viene catapultato nella corsia opposta

Leggi anche: Tragedia ad Alessandria, l’ex calciatore muore in un incendio: la comunità in choc

Leggi anche: Tragedia in Italia, trovati due cadaveri in un garage

Antonio D’Acci, il macchinista eroe che ha salvato i passeggeri prima di morire

Antonio D’Acci, 61 anni, nato a Foggia e residente a Termoli, è il macchinista del treno regionale 4193 Pescara-Sulmona che è riuscito a evitare una strage nonostante l’infarto in corso. Il suo ultimo gesto, l’aver fermato il treno prima di morire, salvando 87 passeggeri, non potrà mai essere dimenticato. Come riportato da The social post, D’Acci ha attivato il freno di emergenza prima di perdere i sensi. È stato soccorso prima dal capotreno, poi dal personale di bordo, infine dal 118. Purtroppo ogni tentativo di rianimarlo è stato vano, l’infarto l’ha ucciso in pochi minuti.

“Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva”