Vai al contenuto

Allegri riparte da Vlahovic e Chiesa: si allontano le voci di mercato

Allegri riparte da Vlahovic e Chiesa: si allontano le voci di mercato

Federico Chiesa e Dusan Vlahovic dovrebbero restare alla Juventus nonostante le voci di mercato. Massimiliano Allegri vuole ripartire da loro due nel nuovo progetto Juventus per la prossima stagione. La multa UEFA limita anche il mercato in entrata di Giuntoli.

Leggi anche: Kessie-Juventus, passi avanti: c’è anche l’ok di Allegri

Leggi anche: Lukaku al tifoso: “Non credo che andrò alla Juventus”

Chiesa già in forma con la Juve

Federico Chiesa nella scorsa stagione è stato fermato dagli infortuni, ma ora è pronto a riprendersi la Juventus. Il ragazzo è già in gran forma e nel prestagione americano sta dimostrando di essere un punto fermo della squadra. Allegri se lo tiene stretto e allontana le voci di mercato, anche se il contratto in scadenza nel 2025 non fa dormire sonni tranquilli al club. La prestazione fornita però contro il Milan in amichevole è il sintomo di un rapporto rinato con il mister che potrebbe schierarlo titolare fisso anche da seconda punta al fianco di Vlahovic. Nonostante nel 3-5-2 non sembra ci possa essere posto per Chiesa, inadatto a fare tuta la fascia da terzino, potremmo assistere ad un nuovo ruolo più vicino alla porta per il nazionale azzurro. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Dusan Vlahovic in mezzo al campo con la maglia della Juventus
Vlahovic rientra a centrocampo dopo un’azione in area avversaria (Getty Images)

Allegri punta forte sul ritrovare Vlahovic

L’altro nodo del mercato juventino sembra essersi sciolto. Il Bayern Monaco ha mollato la presa e ha puntato tutto su Kane, chiudendo un lungo capitolo dell’estate bianconera. L’attaccante si è convinto a rimanere, anche perché al momento non c’è nessuna offerta concreta dall’estero. Max Allegri vuole soprattutto recuperare il ragazzo psicologicamente, motivo per cui negli ultimi giorni sta spesso rimanendo più tempo negli allenamenti per fare delle sfide a tirare in porta con il serbo. Già in passato il mister aveva stretto un rapporto solido con Pogba giocando a basket e rilanciando gli stimoli del francese. L’obiettivo è ritrovare il centravanti di un paio di anni fa in grado di fare reparto da solo.

Leggi anche: Mbappé un anno al Liverpool prima del Real Madrid: la suggestione dall’Inghilterra

Argomenti