Vai al contenuto

Allegri mette pressione all’Inter: “Deve vincere”

Allegri mette pressione all’Inter: “Deve vincere”

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Genoa, Massimiliano Allegri ha parlato delle difficoltà che potrebbero sorgere contro la squadra allenata da Alberto Gilardino: “Bisogna essere coscienti di che partita andiamo a giocare visto che il Genoa è una squadra aggressiva e che gioca un buon calcio. Ci sono tre giocatori cresciuti da noi come Dragusin, De Winter e Vogliacco, Gilardino sta facendo un ottimo lavoro, dobbiamo fare una partita completamente diversa da quelle fatte contro Monza e Inter”.

Leggi anche: Juventus, il DS: “Cerchiamo occasioni per gennaio”

Leggi anche: Bonucci: “Voglio tornare alla Juve da allenatore”

Allegri ha parlato anche degli obiettivi della squadra in vista della fine del girone d’andata “poi faremo delle valutazioni” ma ha anche parlato della lotta Scudetto per l’Inter stessa si sarebbe data come favorita per la vittoria finale: “Noi lo sappiamo che l’Inter è la favorita perché è stata costruita per vincere il campionato, l’hanno detto loro, anche Zhang alla cena di Natale. Loro devono vincere la seconda stella e questo vuol dire che devono vincere il campionato, noi dobbiamo fare un passettino alla volta per migliorare. È un percorso che va giocato con equilibrio e serenità”. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Allegri dirige l'allenamento della Juventus
Massimiliano Allegri dà indicazioni ai propri giocatori durante l’allenamento (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Le ultime su Kean e Rabiot

Massimiliano Allegri ha fatto anche il punto sugli infortunati parlando delle condizioni di Rabio e Kean: il francese sta bene ed è a disposizione, discorso diverso invece per Kean che avrà un turno di stop per risolvere un problema alla tibia. L’unico assente per la sfida contro il Genoa sarà De Sciglio, mentre torna tra i convocati Weah.

Allegri ha anche parlato dell’addio al calcio annunciato da Giorgio Chiellini, suo ex giocatore, affermando di essersi sentito con lui e di aspettarsi di vederlo in veste di dirigente o allenatore in futuro. “Ha tutte le caratteristiche per fare diversi ruoli, ma deve rimettersi in discussione e ripartire da zero”.

Argomenti