x

x

Vai al contenuto

Al Milan basta Leao per battere il Verona, Pioli torna a sorridere

Al Milan basta Leao per battere il Verona, Pioli torna a sorridere

Rafael Leao ancora decisivo con un’azione personale nel primo tempo. Buone prove per Pulisic, Florenzi e Musah. Pioli torna a sorridere dopo due gare deludenti tra campionato e Champions League.

Leggi anche: Rinnovo Maignan: l’agente chiede 10 milioni al Milan

Leggi anche: Qualifiche Suzuka, Leclerc: “Tenuto il passo della McLaren”

Il Milan parte bene con un pressing alto che mette in difficoltà il Verona. Proprio da un recupero palla sulla trequarti, Leao viene lanciato in porta. Il portoghese controlla a fatica ma riesce ad avanzare e trafiggere Montipò con un sinistro debole ma preciso. I gialloblu provano a rimettere le cose a posto, ma Sportiello vola sul colpo di testa ravvicinato e salva il risultato. I rossoneri corrono sotto la pioggia di San Siro mettendoci dinamismo, anche se di vere occasioni se ne vedono poco. La partita si addormenta verso la fine del primo tempo, con Pioli che chiude in vantaggio. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Pioli sotto le luci di San Siro
Stefano Pioli riflette su come cambiare il Milan in campo (Photo by Nicolò Campo/LightRocket via Getty Images)

Note positive per Pioli

Il Milan non sembra ancora avere il ritmo per tutti i novanta minuti e spesso si concede delle pause, anche a causa di un terreno di gioco pesante per la pioggia. Pulisic e Musah provano il colpo del ko ma si trovano davanti un Montipò in giornata. Pioli nervoso si fa ammonire perché chiede un rigore su Loftus-Cheek. Poi nella girandola dei cambi Okafor e Jovic danno nuova linfa ai rossoneri. Proprio il serbo si divora la rete all’ultimo minuto prima del fischio finale. Il Milan risale la china e archivia la figuraccia del derby, ma la sensazione è che ci sia molto da lavorare ancora.

Leggi anche: GP d’India: Bezzechi in pole davanti a Martin e Bagnaia

Argomenti