x

x

Vai al contenuto

Tragedia in Italia, auto si ribalta con due bimbi a bordo: poi la drammatica scoperta

Tragedia in Italia, auto si ribalta con due bimbi a bordo: poi la drammatica scoperta

Ieri sera una tragedia si è consumata nel comune di Castelfidardo in provincia di Ancona. Una donna con i due figli a bordo, si è ribaltata con la sua auto. Non sono ancora note le cause per le quali la donna abbia perso il controllo del mezzo, finendo in un vivaio. Sul posto task force di soccorsi, i vigili del fuoco, che hanno aiutato a liberarli dall’abitacolo, le ambulanze del 118 e i carabinieri della Compagnia di Osimo. Purtroppo uno dei figli non ce l’ha fatta.

Leggi anche: Ritrovato il corpo di una donna in un dirupo: cosa sospettano gli agenti

Leggi anche: Trovato cadavere nei pressi del Maradona: la ricostruzione

Auto si ribalta

Incidente a Castelfidardo, auto si ribalta

Erano passate le 22, quando un’ auto, una Toyota, con a bordo una donna di 32 anni ed i suoi due figli è finita fuori strada  finendo in un vivaio e si è ribaltato, per poi colpire alcuni alberi. È successo sulla strada provinciale Jesina a Castelfidardo, in località Cerretano. Entrambi i bambini pare fossero seduti dietro. Il figlio più piccolo della donna, Massimo Basile, di cinque anni è morto sul colpo, incastrato tra l’auto e il terreno. Feriti la madre, portata all’ospedale regionale di Torrette, e l’altro bambino, 10 anni, che ha riportato lesioni più lievi. (continua dopo la foto)

Leggi anche:  Rissa sul volo Ryanair: atterraggio d’emergenza per i passeggeri

Auto si ribalta con due bimbi a bordo, il più piccolo muore sul colpo

Mamma e figli, pare, stesse tornando a casa dopo aver portato i figli ad una festa di carnevale. Sono ancora in corso di corso di accertamento da parte dei carabinieri di Castelfidardo, le cause che hanno portato a questa tragedia. L’auto sarebbe uscita di strada sulla propria destra, ribaltandosi all’altezza del vivaio. Sul posto sono immediatamente accorsi i proprio i proprietari del vivaio che hanno dato l’allarme chiamando i soccorsi. Dapprima non si erano accorti di nulla considerando il buio della zona. Solo poco dopo hanno scorto l’auto tra le piante bordo strada. Il figlio più grande della donna gridava aiuto e batteva le mani contro il lunotto posteriore, libero per l’impatto. Sul posto i carabinieri al lavoro per gestire la viabilità lungo quel tratto sempre intensa.

È una notizia terribile che ci lascia senza parole. Abbraccio tutta la famiglia, che possa avere la forza di affrontare questo dolore immenso”, le parole del sindaco Roberto Ascani.