Vai al contenuto

Scontrino choc per due bottiglie d’acqua: quanto hanno pagato

Scontrino choc per due bottiglie d’acqua: quanto hanno pagato

Il documento commerciale, cpnosciuto come scontrino, in Italia, è un documento, emesso dagli esercenti del commercio al dettaglio e assimilati, che attesta l’acquisto di beni o servizi. Sostituisce il vecchio scontrino fiscale dal 1° gennaio 2021. La storia che stiamo per raccontarvi nasce proprio da una cifra assurda riportata su uno scontrino dopo l’aqcuisto di due battiglie d’acqua. Uno scontrino choc quello cui si è trovato davanti un ciclista di Milano in gita al lago di Como. L’uomo ha raccontato come si sia trovato a pagare cifre spropositate in piazza Cavour: vediamo nel dettaglio come sono andati i fatti. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Kata scomparsa: la notizia da brividi in diretta tv

Leggi anche: Sottomarino Titan, ora si scopre tutto: ecco perché è imploso

Screenshot 14378
Screenshot 14376

Leggi anche: Sottomarino disperso, spunta fuori il messaggio del comandante prima della tragedia

Leggi anche: Kata scomparsa, la vicina di casa rompe il silenzio

Scontrino choc per due bottiglie d’acqua: quanto hanno pagato

Uno scontrino choc quello cui si è trovato davanti un ciclista di Milano in gita al lago di Como. “Giro in centro in bici con pausa caffè a Como centro…e lo scontrino di Dubai”, ha denunciato l’uomo, come riportato da Libero. Che ha raccontato come si sia trovato a pagare cifre spropositate in piazza Cavour: “5 euro un caffè, 16 euro due bottigliette d’acqua da mezzo litro, un succo di frutta all’ananas sempre a 8 euro. Conto finale, quasi 30 euro. Non ci volevo credere”. I prezzi erano esposti sul menu, ma il ciclista ha comunque confessato di non essersi mai trovato in situazioni dele genere, con questo tipo di prezzi al bar. In molti hanno commentato quanto avvenuto. Tra di loro anche il consigliere regionale di Forza Italia Sergio Gaddi, che a Como Zero ha detto: “La più fastidiosa difesa è la presunta giustificazione del listino prezzi esposto. Non esiste giustificazione per far pagare 8 euro una bottiglietta da mezzo litro d’acqua. Anzi, dico di più: così si getta discredito sull’intera città, a partire dai tanti esercenti che non se ne approfittano ma che poi finiscono loro malgrado nel calderone senza colpa”. (Continua a leggere dopo la foto)

Screenshot 14377
Screenshot 14374

Qual è la differenza tra uno scontrino e una fattura?

Le fatture e gli scontrini sono documenti emessi durante il processo di vendita, ma ognuno di loro ha funzioni diverse. Le fatture e gli scontrini hanno finalità diverse dal momento che vengono emesse in fasi diverse del processo di vendita. Le fatture vengono emesse prima che il cliente esegua il pagamento, mentre uno scontrino viene prodotto dopo che il pagamento è stato effettuato. La fattura svolge la funzione di richiesta di pagamento, mentre lo scontrino rappresenta una prova dell’avvenuto pagamento. Questo significa anche che ognuno dei due documenti necessita di informazioni diverse. La fattura dovrebbe includere un’indicazione dettagliata dei singoli prodotti e servizi, mentre per lo scontrino di pagamento è sufficiente indicare l’importo pagato ed eventuali saldi residui. Sui documenti deve essere chiaramente indicata la dicitura “Fattura” o “Scontrino”.