x

x

Vai al contenuto

Omicidio Giulia Tramontano, la rivelazione choc dell’amante di Impagnatiello

Omicidio Giulia Tramontano, la rivelazione choc dell’amante di Impagnatiello

Varie. Omicidio Giulia Tramontano, l’amante di Alessandro Impagnatiello ha rilasciato delle dichiarazioni choc che hanno lasciato tutti senza parole. Scopriamo insieme i nuovi dettagli in merito a questa terribile tragedia. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Bambino muore a 11 anni mentre gioca con gli amici: “Colpa della sfida social chroming”

Leggi anche: “È già finita”: indiscrezione choc sull’amata coppia a un anno dal matrimonio

omicidio

Omicidio Giulia Tramontano, le parole dell’amante di Impagnatiello

Allegra C., l’amante di Alessandro Impagnatiello, accusato dell‘omicidio di Giulia Tramontano, ha voluto che la sua identità restasse in parte anonima. La giovane ha richiesto un paravento che coprisse il suo volto per non essere riconosciuta, quando si è seduta davanti ai giudici della Corte d’Assise di Milano. L’amante di Alessandro Impagnatiello, ha dichiarato che l’imputato 31enne le aveva detto di essersi lasciato con Giulia Tramontano quando i due avevano iniziato a frequentarsi. Quando la ragazza italo-inglese si è accorta che quella di Impagnatiello era una bugia, ha deciso di voler aiutare Giulia Tramontano. “Volevo farle capire cosa stava succedendo”, ha detto la donna davanti ai giudici della Corte d’Assise di Milano. Anche Chiara Tramontano, sorella della vittima, e la madre della ragazza uccisa sono state chiamate a deporre, così come la madre e il fratello di Impagnatiello. Il processo ha preso il via lo scorso 18 gennaio 2024. (Continua a leggere dopo la foto)

La testimonianza di Allegra C.

La testimonianza di Allegra C., ex collega ed ex amante di Impagnatiello, è una testimonianza chiave. Il 27 maggio 2023, le due giovani ragazze si erano incontrate per discutere delle loro rispettive situazioni. Al termine della conversazione, le due donne si sono salutate, e Giulia Tramontano è tornata nell’abitazione in cui conviveva con Impagnatiello, a Senago. Allegra C. aveva provato a ricontattarla più volte, ma non ricevette mai risposta dalla ragazza. Quella fu proprio la sera in cui avvenne l’omicidio. Secondo quanto riportato dalla ragazza, Impagnatiello raccontava all’amante che Giulia Tramontano fosse “bipolare” e che “voleva farsi del male”. Impagnatello aveva inoltre confessato all’amante che Tramontano fosse incinta ma che lui non fosse il padre. Per convincere l’amante, l’uomo aveva utilizzato un test del Dna finto, scoperto successivamente dalla donna sul tablet di Impagnatiello. Anche Allegra C. rimase incinta di Impagnatiello, ma decise di abortire. (Continua a leggere dopo la foto)

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva