Vai al contenuto

Milan, si insiste per Buongiorno: pronta offerta al Torino

Milan, si insiste per Buongiorno: pronta offerta al Torino

Alessandro Buongiorno è il grande obiettivo del Milan per rinforzare la difesa già in questa finestra di mercato invernale. Il Torino lo valuta 40 milioni, ma i rossoneri hanno pronta un’offerta per provare a convincere il presidente Cairo. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: NBA, Gallinari lascia Washington: va ai Pistons

Leggi anche: Coppa d’Africa: la Nigeria pareggia all’esordio

Alessandro Buongiorno
Alessandro Buongiorno porta avanti la palla nel corso del match dell’Olimpico tra Lazio e Torino

Il Milan vuole mettere a disposizione di Pioli un altro difensore dopo il rientro di Gabbia dal prestito al Villareal. L’idea della dirigenza rossonera potrebbe essere quella di anticipare il colpo estivo alla finestra invernale: il grande obiettivo si chiama Alessandro Buongiorno. Dopo giorni di riflessioni, il Diavolo ha deciso di avanzare un’offerta ufficiale al Torino nel corso di questa settimana. Con una difesa costellata dagli infortuni e con tutti i big del reparto (Tomori, Kalulu e Thiaw) indisponibili, i rossoneri vogliono piazzare il colpo per tappare i buchi non solo nel presente, ma anche e soprattutto nel futuro.

La situazione

L’affare rimane però piuttosto complicato. Il motivo? La valutazione fatta dal presidente granata Urbano Cairo: 40 milioni di euro. Una cifra che il Milan non può chiaramente permettersi di sborsare cash. Ecco allora che Furlani e Moncada stanno formulando una proposta alternativa, inserendo il cartellino di Lorenzo Colombo per abbassare le pretese economiche.

L’attaccante classe 2002 si trova momentaneamente in prestito al Monza: se l’affare andasse in porto, rimarrebbe al club brianzolo fino al termine della stagione per poi passare a titolo definitivo in granata. Decisiva sarà chiaramente la volontà del giocatore: Buongiorno in estate aveva già rifiutato il trasferimento all’Atalanta. Finora ha collezionato 17 presenze e 3 reti in questa stagione, giocando da titolare anche con la Nazionale in occasione della sfida decisiva contro l’Ucraina per la qualificazione agli Europei.