Vai al contenuto

Meteo, le previsioni di Giuliacci per il Natale: cosa accadrà

Meteo, le previsioni di Giuliacci per il Natale: cosa accadrà

Meteo, le previsioni di Giuliacci per il Natale: cosa accadrà – Siete pronti per festeggiare il Natale? Cosa ci aspetta a livello metereologico? Bel tempo, pioggia o addirittura neve? “Se è vero che nei prossimi giorni le condizioni meteo risulteranno in generale asciutte e miti, proprio per il periodo delle Feste la previsione infatti si fa più incerta e rimangono tutt’ora aperte le porte per possibili irruzioni fredde e nevicate”, scrive Mario Giuliacci sul suo sito di previsioni del tempo. Di seguito tutti i dettagli. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Meteo, cosa succederà a Natale: le previsioni di Mario Giuliacci

Leggi anche: Meteo, ancora caldo in Italia: picchi fino a 30 gradi. Ecco dove

winter 5919815 960 720 756x1024

Meteo, le previsioni di Giuliacci per il Natale: cosa accadrà

Da un punto di vista metereologico cosa dobbiamo aspettarci a Natale 2023? Molto difficile dirlo con certezza. “Almeno fino a venerdì 22 il tempo rimarrà quindi sostanzialmente asciutto, fatta eccezione per qualche piovasco all’estremo Sud tra mercoledì 20 e giovedì 21. E se durante le ore notturne non mancherà il freddo, con anche qualche gelata, le ore centrali del giorno saranno insolitamente miti, con temperature pomeridiane in crescita, giorno dopo giorno, diffusamente al di sopra della norma specie intorno a metà settimana. Una situazione meteo, dominata dall’alta pressione, su cui sembrano concordare tutti i principali modelli previsionali. Per la parte finale della settimana invece ci sono meno certezze”, ha precisato sul suo sito ufficiale il colonnello Giuliacci. (continua leggere dopo le foto)

Leggi anche: Meteo, freddo polare in arrivo: ecco dove e quando

Leggi anche: Meteo, arriva il gelo in Italia: segnatevi queste date

europa gelo 09022021 706x1024

Meteo, le previsioni di Giuliacci per il Natale e Santo Stefano

“Proprio per il periodo delle Feste natalizie la previsione si fa molto più complicata. per quale motivo? Semplicemente perchè i principali modelli previsionali prendono strade assai differenti. Il modello europeo (ECMWF), quello a nostro avviso più affidabile per tendenze a lungo termine sull’Italia, vede un dominio incontrastato dell’alta pressione, con l’Anticiclone delle Azzorre che addirittura sembrerebbe destinato a stringere con maggior forza la sua presa sull’Italia. Ecco allora che, in tal caso, il Natale sarebbe in gran parte soleggiato e insolitamente mite”, si legge su “Meteo Giuliacci”. “Ma attenzione, perché il modello americano (GFS) vede al contrario uno sviluppo assai più vivace, con l’alta pressione in ritirata e una perturbazione in discesa sulla nostra Penisola, accompagnata da correnti di aria fredda: una situazione che porterebbe freddo invernale su gran parte dell’Italia, con la possibilità anche di neve fino a bassa quota, specie al Nord”, prosegue l’esperto. (continua a leggere dopo le foto)

alberto natale 794x1024

Per avere qualche certezza bisognerà aspettare

Insomma, per capire davvero cosa accadrà a Natale e a santo Stefano dovremo attendere ancora qualche giorno e proiezioni più a ridosso dell’evento. Il colonnello Mario Giuliacci non esclude che a Natale possa arrivare la neve. È un’ipotesi che “non è del tutto tramontata”.