Vai al contenuto

L’Inter blocca lo scambio tra Dumfries e Wan-Bissaka

L’Inter blocca lo scambio tra Dumfries e Wan-Bissaka

L’Inter non ha intenzione di privarsi di Dumfries in questa sessione invernale di mercato. Bloccato lo scambio con Wan-Bissaka.

L’assalto del Manchester United

La decisione di non procedere con la cessione immediata di Denzel Dumfries è stata presa saldamente all’interno del meeting tra dirigenza e allenatore dell’Inter. Il mister ha espresso la volontà di mantenere intatta la rosa e ciò comporta la decisione di non cedere l’esterno olandese. Nonostante le voci provenienti dall’Inghilterra, non ci sarà nessuno scambio con l’esterno del Manchester United, Aaron Wan-Bissaka: l’Inter ha chiarito che questa opzione non è attualmente contemplata. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Giuseppe Marotta
Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter assiste alla partita (Foto di Marco Canoniero/LightRocket tramite Getty Images)

Il contratto con Dumfries

Il contratto di Dumfries, che scadrà il 30 giugno 2025 come quello di Wan-Bissaka, rende la situazione ancora più delicata. Nel caso in cui non si giungesse a un accordo per rinnovare il contratto, il giocatore verrò messo sul mercato già nella prossima estate. Inzaghi ha chiesto però di non effettuare cessioni a gennaio con l’obiettivo di centrare il ventesimo scudetto della storia nerazzurra. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Inzaghi: “Complimenti al Napoli, esultiamo tutti con Lautaro”

Leggi anche: Udinese, porte chiuse per un turno dopo gli insulti razzisti a Maignan

GettyImages 1258274426 crop
Denzel Dumfries con la maglia dell’Inter (Photo by Marco Canoniero/LightRocket via Getty Images)

Il no dell’Inter

La famiglia Zhang ha rassicurato il tecnico: non ci saranno cessioni importanti e Dumfries verrò tenuto anche in caso di rifiuto del rinnovo. L’Inter intanto sta monitorando tramite gli osservatori Emil Holm, l’esterno che sta facendo il salto di qualità nell’Atalanta di Gasperini, dove è in prestito dallo Spezia con diritto di riscatto fissato a 8.5 milioni. Marotta potrebbe inserirsi a giugno per strappare il giovane talento e portarlo alla corte di Inzaghi.

Leggi anche: Ducati, svelata la GP24: il commento di Bagnaia

Argomenti