Vai al contenuto

Ducati, svelata la GP24: il commento di Bagnaia

Ducati, svelata la GP24: il commento di Bagnaia

Presentazione suggestiva per il team Ducati Lenovo nella cornica di Madonna di Campiglio. I campioni del mondo piloti delle ultime due stagioni hanno svelato al pubblico la GP24 che sarà guidata da Becco Bagnaia, che ha confermato il numero 1, ed Enea Bastianini.

Leggi anche: Bagnaia: “Un sogno, non avevo visto la caduta di Martin”

Leggi anche: Marc Marquez vicino alla Ducati Gresini insieme al fratello

Una livrea rigorosamente rossa e impreziosita da un dettaglio fluo che rimarca la curva presente nel logo della scuderia. “È un ripartire da capo, la presentazione è stata bellissima e non vedo l’ora di iniziare” ha detto Enea Bastianini nel corso dell’evento. (CONTINUA DOPO L’EVENTO)

Bagnaia
Bagnaia (63) dell’Italia e del Ducati Lenovo Team durante la gara del Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana sul Circuito Ricardo Tormo il 6 novembre 2022 a Valencia, Spagna. (Foto di Jose Breton/Pics Action/NurPhoto via Getty Images)

Sensazioni positive per la GP24

Il Campione del mondo in carica Pecco Bagnaia si è detto molto soddisfatto dalle prime impressioni avute in sella alla sua GP24: “Abbiamo subito sentito delle differenze, positive fortunatamente, per quanto riguarda il motore. Sono molto contento. Diciamo che due giorni prima avevo vinto il Mondiale, per cui tutto è venuto di conseguenza. Però sono stati dei test molto positivi”.

Mondiale 2024 sarà agguerrito secondo Bagnaia

Riguardo alla prossima stagione Bagnaia ha parlato anche delle altre Scuderia, tutte migliorate molto, che rappresenteranno l‘agguerrita concorrenza nel Mondiale 2024: “Servirà restare tranquilli. In certe situazioni è la cosa migliore, perché tanto lavorando bene si arriva comunque al risultato. Non vediamo l’ora di iniziare la nuova stagione”. 

Ora i test in Malesia

“La moto è nata molto bene” che ai microfoni di Sky Sport si è detto fiducioso sin da dopo i test effettuati a Valencia. Ora il Campione del Mondo lavorerà sulla nuova edizione della sua moto anche in Malesia, step fondamentale per tirare una linea da cui partire. “Secondo me è una moto con un potenziale molto alto”.

Argomenti