Vai al contenuto

Leonardo La Russa, spunta un testimone: cos’è successo quella sera

Leonardo La Russa, spunta un testimone: cos’è successo quella sera

Proseguono serrate le indagini sul caso di Leonardo La Russa, il figlio di Ignazio accusato di violenza sessuale da parte di una 22enne dopo una serata in discoteca a Milano. Ignazio La Russa è un politico italiano, dal 13 ottobre 2022 presidente del Senato della Repubblica nella XIX legislatura. Sono stati sentiti dagli inquirenti gli altri testimoni presenti alla serata del 18 maggio nel club privato Apophis, a due passi dal Duomo. Si tratta di altri due dj (estranei alle indagini) oltre a Tommaso Gilardoni: uno di loro sarebbe rimasto a dormire a casa di Leonardo La Russa. Vediamo nel dettaglio che cosa sta accadendo. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Caso La Russa, il drammatico sfogo del padre della ragazza: italiani impietriti

Leggi anche: Ignazio La Russa rompe il silenzio dopo le gravi accuse al figlio

(Photo by Diego Puletto/Getty Images)
(Photo by Stefano Guidi/Getty Images)

Leggi anche: Lui muore in luna di miele, due mesi dopo la tragedia

Leggi anche: Leonardo muore a 22 anni: il drammatico momento con la fidanzata prima della tragedia

Leonardo La Russa, spunta un testimone: cos’è successo quella sera

Proseguono le indagini sul caso di Leonardo La Russa, il figlio di Ignazio accusato di violenza sessuale da parte di una 22enne dopo una serata in discoteca a Milano. La ragazza ha raccontato: “Leonardo mi ha dato un drink, mi ha portato a casa sua, senza che io fossi nelle condizioni tali da poter scegliere”. Poi, la mattina seguente, quando si è svegliata nell’appartamento del ragazzo, “lui ha ammesso di aver avuto rapporti sessuali con me, lui e un amico che dormiva lì nell’altra stanza, sempre a mia insaputa”. Come riportato da Fanpage, in attesa che l’altro indagato, il dj Tommaso Gilardoni che quella notte si trovava in casa La Russa, torni in Italia per essere ascoltato, sono stati sentiti dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dalla pm Rosaria Stagnaro altri testimoni presenti alla serata “Eclipse” del 18 maggio nel club privato Apophis, a due passi dal Duomo.

Si tratterebbe, come riportato da Fanpage, di altri due dj, estranei ai fatti e alle indagini. Ma che avrebbero assistito molto da vicino a ciò che è successo quella notte. Uno di loro, secondo quanto riportato da La Repubblica si sarebbe anche fermato dormire a casa La Russa al termine della serata, come avrebbe confermato anche lo stesso padre di Leonardo, il presidente del Senato Ignazio La Russa. Così, a essere ospitati nell’appartamento a due piani dei La Russa, zona corso Buenos Aires,sarebbero stati Tommaso Gilardoni e un altro ragazzo. (Continua a leggere dopo la foto)

Screenshot 14779
Screenshot 14778

La testimonianza della ragazza

Il giorno dopo i fatti, la 22enne, come riportato da Fanpage, ha scritto ad una sua amica: “Mi ha drogata, per forza. Non ricordo più nulla. Mi sono svegliata da La Russa, non ricordo davvero niente, raccontami di ieri”. Immediata la risposta della ragazza: “Fino a quando lui ti ha offerto il drink, tu eri stata normale. Avevamo fatto delle strisce (di cocaina) anche lì all’Apophis. Ma non ti ha mai fatto questo effetto. Ma è dopo il drink che sei diventata strana”. L’unica certezza, secondo quanto le racconta La Russa, è che ha fatto sesso con lui e con un suo amico, che in quel momento stava dormendo in una delle stanze dell’appartamento: “Ho paura, me ne sto andando. Che vergogna”. E l’amica: “Spero che lo denunci. Però stai veramente attenta, suo padre è il presidente del Senato”.