x

x

Vai al contenuto

Scomparsa Kata, gli avvocati dei genitori: “C’è qualcuno che può dare una svolta alle indagini”

Scomparsa Kata, gli avvocati dei genitori: “C’è qualcuno che può dare una svolta alle indagini”

Scomparsa Kata, gli avvocati dei genitori: “C’è qualcuno che può dare una svolta alle indagini” – Nuovo appello per Kata, la bimba peruviana scomparsa a Firenze più di un mese fa dall’ex hotel Astor. Questa volta a parlare ai microfoni di “Quarto Grado” sono gli avvocati dei genitori della piccola che non si danno pace. Dal 10 giugno questi ultimi non hanno notizie dell’adorata figlioletta. Di seguito le nuove notizie sul caso che tiene col fiato sospeso l’Italia. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Kata scomparsa, terribile rivelazione sul rapimento: la ricostruzione degli inquirenti

Leggi anche: Kata scomparsa, interviene il padre in diretta: “Devo dire una cosa”

Scomparsa Kata, gli avvocati dei genitori: “C’è qualcuno che può dare una svolta alle indagini”

“Ogni giorno speriamo che le indagini siano a buon punto. Vorremmo che tutti si avvicinassero ai genitori per aiutarli a cercare Kata, soprattutto parlando con chi sta facendo le indagini. Abbattete il muro di omertà. La nostra sensazione è che ci sia qualcuno in grado di dare una svolta alle indagini”. È questo il nuovo appello, riportato da diversi siti italiani tra cui “Fanpage”, lanciato dagli avvocati Filippo Zanasi e Sharon Matteoni che assistono i genitori della piccola Kata, la bimba peruviana di 5 anni scomparsa da ormai più di un mese a Firenze. I legali sono intervenuti a “Quarto Grado”, la trasmissione in onda nella serata di ieri, venerdì 14 luglio 2023, su Rete 4, evidenziando che dalla Procura c’è totale riserbo sulle indagini in corso. Gli stessi hanno invitato chiunque abbia informazioni a farsi avanti e a contattare direttamente gli inquirenti. Ogni traccia può rivelarsi preziosa per ritrovare la bimba. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Kata scomparsa, arriva la testimonianza di un ex dipendente comunale

Leggi anche: Kata scomparsa, cosa è emerso dai video delle telecamere di sorveglianza

Scomparsa Kata, gli avvocati dei genitori lanciano un nuovo appello

Nei giorni scorsi era arrivato un appello anche dal procuratore aggiunto di Firenze, Luca Tescaroli che, in un’intervista in esclusiva dal Tg1, aveva chiesto “ai familiari il più stretto riserbo e un impegno da parte della collettività, invitando coloro che sanno a riferire esclusivamente a quest’ufficio nell’interesse prioritario della piccola bimba scomparsa”. Intanto è stato diffuso in queste ore un nuovo video del 10 giugno. (continua a leggere dopo le foto)

Nuovo video della bimba scomparsa: gli ultimi istanti prima di sparire

Come riferisce “Tgcom24” nel nuovo video già agli atti si vede Kata, per pochi secondi, salire e scendere una rampa di scale, quelle esterne dell’ex hotel visibili sopra i muri di recinzione della struttura. La bambina si ferma a metà, infine riscende e scompare all’interno dell’o stabile occupato dell’ex hotel Astor, dove la piccola viveva con la sua famiglia. Anche in queste nuove inquadrature la bimba è sola. Finora l’ultima traccia della piccola era il suo rientro nello stabile occupato nel pomeriggio del 10 giugno, dopo aver salutato gli amichetti rimasti a giocare in strada. Il recente filmato pubblicato è ripreso da un’altra angolazione e svelerebbe i momenti successivi.