Vai al contenuto

Inter corsara a Napoli: 3-0 e prova di forza al Maradona

Inter corsara a Napoli: 3-0 e prova di forza al Maradona

L’Inter domina a Napoli ed esce vincitrice con un secco 3-0 dal Maradona. Barella autore di una prova superlativa, notte fonda per Mazzarri.

Segnale al campionato

Tutti si aspettavano un passo falso dell’Inter e invece la risposta è arrivata forte e chiara. I nerazzurri espugnano il Maradona senza troppe difficoltà e ritornano in testa alla classifica, mandando un messaggio alla Juventus che nell’anticipo aveva battuto in extremis il Monza di Palladino. A destare meraviglia è la facilità con cui Inzaghi ha liquidato i partenopei grazie ad una prestazione corale condita da prove individuali di alto livello. Barella e Thuram sugli scudi, ma anche Sommer decisivo in alcuni momenti della gara. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Serie A: il Lecce ferma il Bologna in extremis, Udinese-Verona 3-3

Leggi anche: Nantes-Nizza: morto un tifoso dopo gli scontri nel pre-partita

Anguissa disperato
Anguissa si rammarica dopo l’occasione sprecata per il Napoli (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Inter spietata nel primo tempo

Il Napoli prova a fare la partita e Politano punge sulla destra. Il primo tentativo si stampa sulla traversa con un tiro a giro, poi ci riprova ma svirgolando la conclusione. Inzaghi deve fare a meno di De Vrij per un risentimento muscolare, dentro Carlos Augusto come terzo centrale. A colpire è invece l’Inter con un’azione corale iniziata da Barella, poi apparecchiata da uno stop di Dumfries per l’accorrente Calhanoglu. Il tiro del turco di controbalzo inganna Meret e porta in vantaggio i nerazzurri. Il primo tempo finisce con l’Inter in vantaggio, ma il Napoli in partita seppur sterile in avanti. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Thuram va ad abbracciare Calhanoglu
I giocatori dell’Inter festeggiano il gol (Photo by Francesco Scaccianoce/Getty Images)

I nerazzurri dilagano

I partenopei fanno fatica a tenere palla su, anche perché Osimhen perde i contrasti aerei e si fa anticipare quasi sempre. Il nigeriano però ha l’occasione di cambiare la gara quando anticipa tutti in area e viene colpito ingenuamente da Acerbi. L’attaccante si era allungato la palla dopo uno stop sbagliato, però il contatto sembra esserci. L’arbitro controlla e il VAR dice di proseguire tra le proteste di Mazzarri e dei giocatori azzurri. Era l’episodio che poteva rimettere in careggiata i campioni d’Italia, invece a raddoppiare è l’Inter. Lautaro si defila sulla sinistra e guida il contropiede, palla in mezzo e Barella fa lo slalom nella difesa del Napoli bucando Meret. I padroni di casa escono dal match e in campo c’è solo l’Inter. Nel finale il neoentrato Cuadrado serve Thuram da solo in mezzo all’area per il 3-0 finale. Punteggio secco e controsorpasso nerazzurro sui diretti rivali della Juve. Per il Napoli sconfitta netta che potrebbe compromettere definitivamente i sogni scudetto.

Le parole di Inzaghi

Contro i campioni d’Italia la squadra è stata bravissima, abbiamo rischiato sulla traversa di Napolitano e l’altra parata di Sommer. Nel secondo tempo dopo il 2-0 siamo diventati padroni del campo e una vittoria così ci rende felici. Ma abbiamo tanto lavoro davanti, e lo affronteremo come in questi tre mesi e mezzo. Il Napoli più lo tieni lontano dall’area e meglio è, infatti il quarto d’ora in cui abbiamo sofferto di più è quello in cui ci siamo abbassati e non riuscivamo ad alzare la squadra” ha dichiarato Inzaghi al termine della gara vinta contro il Napoli al Maradona.

Leggi anche: La Roma ribalta in 6′ il Sassuolo: 2-1 firmato Dybala-Kristensen

Argomenti