Vai al contenuto

Europeo U21, Francia-Italia 2-1: falsa partanza per gli azzurri

Europeo U21, Francia-Italia 2-1: falsa partanza per gli azzurri

Si apre con una sconfitta l’Europeo Under 21 dei ragazzi di Nicolato che perdono 2-1 contro i pari età della Francia

Si chiude con una sconfitta immeritata la prima gara dell’Europeo Under 21 dell’Italia di Nicolato che ieri perde di misura all’esordio contro la Francia per 2-1. Tante recriminazioni dovute soprattutto all’assenza del VAR che ha condizionato significativamente il risultato finale. La cronaca della partita vede tuttavia i transalpini partire con il piglio giusto trovando la rete del vantaggio dopo 23′ minuti con il bel colpo di tacco di Kalimuendo; tredici minuti dopo è aggancio Italia (36′) che con Pietro Pellegri trovano la via dell’1-1.

Leggi anche: Non solo Garcia: ecco la girandola di panchine in Italia

Leggi anche: Europei U21, l’Italia ci spera: Tonali la stella, occhio a Miretti e Colombo

Proteste al gol del 2-1

Il vero caso da moviola è però il gol decisivo siglato nella ripresa dal francese Barcola che realizza il 2-1 al termine di un’azione viziata in maniera tangibile da un evidente fallo. L’espulsione di Badé permette all’Italia di riguadagnare terreno e trovare anche il meritato pareggio con Bellanova che però non si vede convalidare la rete nonostante la sfera avesse superato in maniera netta la linea di porta. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

GettyImages 1258958088 1 1024x683
Players of Italy celebrating during UEFA European Under-21 Championship Group D: France U21 vs Italy U21, disputed on Cluj Arena, 22 June 2023 (Photo by Flaviu Buboi/NurPhoto via Getty Images)

Il punto sul girone

L’altra gara del girone ha visto la Svizzera battere in rimonta la Norvegia e posizionarsi momentaneamente al primo posto a pari punti con ala Francia. Ultimo posto per la Norvegia che domenica affronterà gli azzurrini per una sorta di gara da dentro-fuori. Negli altri gironi da segnalare il pareggio tra Germania e Israele, netta vittoria invece dell’Inghilterra che batte senza patemi la Repubblica Ceca.

Argomenti