Vai al contenuto

Fabregas annuncia l’addio al calcio: allenerà la Primavera del Como

Fabregas annuncia l’addio al calcio: allenerà la Primavera del Como

Cesc Fabregas ha dato l’annuncio del suo addio al calcio attraverso un posto sui propri profili social. Il centrocampista spagnolo ha ripercorso tutte le tappe della sua lunga e straordinaria carriera. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: MVP dell’Eurolega in NBA: Micic parla con i Thunder

Leggi anche: Milan scatenato sul mercato: altri due innesti a centrocampo

Cesc Fabregas
Cesc Fabregas in occasione di Inter-Manchester City. (Photo by Michael Regan – UEFA/UEFA via Getty Images)

Fabregas dice addio al calcio: il messaggio

Cesc Fabregas ha annunciato l’addio al calcio attraverso un lungo ed emozionante messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter. Il centrocampista spagnolo ha ripercorso le tappe della sua carriera, avventura dopo avventura. Dalla storia d’amore con l’Arsenal fino all’ultima esperienza in Serie B con il Como, passando per il Barcellona, il Chelsea e il Monaco:

“È con grande tristezza che è giunto il momento per me di appendere le scarpe da gioco al chiodo. Dai miei primi giorni al Barca, Arsenal, ancora Barcellona, Chelsea, Monaco e Como, ne farò tesoro. Dall’alzare la Coppa del Mondo, gli Europei, vincere tutto in Inghilterra e Spagna e quasi tutti i trofei europei, è stato un viaggio che non dimenticherò mai”.

Una nuova avventura

Per Fabregas adesso è il momento di voltare pagina e affrontare una nuova esperienza, sempre in Italia e sempre al Como. Allenerà infatti la Primavera del club lombardo a partire dalla prossima stagione: “Non è solo tristezza però, visto che ora oltrepasserò la linea bianca e comincerò ad allenare le squadre B e Primavera del Como 1907”.

In carriera la leggenda spagnola ha collezionato oltre 500 presenze e totalizzato più di 100 gol. La bacheca di trofei è una di quelle importanti: 2 Premier League, una Liga, 2 FA Cup. Con la Nazionale è stato protagonista del periodo aureo dal 2008 al 2012, vincendo 2 Europei e un Mondiale.

Argomenti