x

x

Vai al contenuto

Castello delle cerimonie, la triste notizia è appena arrivata: fan in lacrime

Castello delle cerimonie, la triste notizia è appena arrivata: fan in lacrime

Donna Imma Polese e suo padre sono diventati famosi grazie al programma di Real Time Il castello delle cerimonie. Un ritratto dei banchetti napoletani e della loro immensa varietà di piatti. Per anni sono andati in scena in tv i matrimoni napoletani, e non solo, in tutta la loro grandezza, suntuosità ed esagerazione, che si sono svolti al Grand Hotel La Sonrisa. In queste ore, per i fan del programma è giunta una notizia molto triste: ecco che cosa accadrà al famoso castello delle cerimonie. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Crollo al matrimonio, il video impressionante delle persone inghiottite dal vuoto

Leggi anche: Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia, svelata la data del matrimonio

Leggi anche: Antonella Clerici verso il matrimonio: il gossip scatena i fan

Leggi anche: Matrimonio in primavera per la famosa del “Grande Fratello”: il lieto annuncio

Castello delle cerimonie, confiscata la Sonrisa dei Polese

Brutte notizie per tutti i fan del Boss delle cerimonie. Nonostante i reati siano prescritti, come stabilito da una sentenza emessa ieri, 15 Febbraio 2024, dalla Corte di Cassazionela, il Castello delle Cerimonie, noto come La Sonrisa, divenuto famoso grazie ad una trasmissione televisiva in onda sul canale Real Time, verrà confiscato e passerà nelle mani del Comune. Il locale dei matrimoni napoletani si trova a Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli. Ieri, gli ermellini hanno certificato l’avvenuta prescrizione di tutti i reati, ma, come riportato da Leggo, sarà resa esecutiva la parte della sentenza che riguarda la confisca degli immobili e dei terreni su cui sorge la struttura ricettiva, che saranno acquisiti a patrimonio del Comune di Sant’Antonio Abate. La sentenza di primo grado emessa dal tribunale di Torre Annunziata nel 2016 prevedeva la condanna a un anno di reclusione con pena sospesa per Rita Greco, defunta moglie del “Boss delle Cerimonie” Tobia Antonio Polese, e per Agostino Polese, suo fratello e amministratore della società. Parzialmente riformata dalla Corte d’Appello di Napoli, da ieri la sentenza è divenuta definitiva con il sigillo della Cassazione. La vicenda giudiziaria aveva avuto inizio nel 2011 e, secondo l’ipotesi dell’accusa, La Sonrisa sarebbe il frutto di una serie di abusi edilizi pepetrati su tutta l’area di oltre 40mila metri quadri a partire dagli anni’80. (Continua a leggere dopo la foto)

Quanto costava un matrinomio da Don Antonio

Come mostrato da Real Time, il Castello delle cerimonie è stato per anni la cornice perfetta per i matrimoni in stile napoletano. In molti si sono sempre chiesti quanto costasse una festa a La Sonrisa. Non si hanno delle cifre precise, ma stando a varie indiscrezioni circolate in rete, sembra che il prezzo base per un pranzo di matrimonio costi a partire da 80 euro a testa. Il prezzo lievita in base alla scelta del numero di portate e della loro tipologia. Un menu base, composto da antipasto, primo, secondo, contorno è a base di piatti tipici della cucina partenopea. I prezzi, comunque, possono arrivare a superare i 120 euro ma restano nella media della zona non rivelandosi proibitivi. Nel corso degli anni, grazie anche alla pubblicità ricevuta dalla tv, su Tripadvisor la struttura ha ricevuto tutte recensioni positive, raggiungendo le cinque stelle. Per dormire, invece, si potrà spendere dai 100 euro a notte a coppia per una camera standard e fino a 150 euro in alta stagione per una junior suite.