Vai al contenuto

Cagliari, l’annuncio di Giulini: “Lo stadio sarà intitolato a Gigi Riva”

Cagliari, l’annuncio di Giulini: “Lo stadio sarà intitolato a Gigi Riva”

In seguito alla scomparsa di Gigi Riva il Coni ha disposto un minuto di silenzio nel weekend prima di ogni manifestazione sportiva italiana. Non solo: il presidente del Cagliari Giulini ha annunciato che lo stadio sarà intitolato a lui. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Mazzarri diserta la premiazione, show di De Laurentiis

Leggi anche: La Supercoppa è dell’Inter: decide Lautaro al 91′

Gigi Riva con la maglia del Cagliari
Gigi Riva a Cagliari saluta i tifosi (Photo by: HUM Images/Universal Images Group via Getty Images)

Nella serata di ieri è arrivata la notizia della scomparsa di Gigi Riva. Se n’è andato all’età di 79 anni: da sabato notte era ricoverato in ospedale dopo esser stato colto da una crisi coronarica acuta mentre si trovava nella sua abitazione. Il sindaco Paolo Truzzu di Cagliari ha dichiarato il periodo di lutto per la città, una decisione successivamente estesa a tutta la Sardegna dal presidente regionale Christian Solinas fino al giorno delle esequie.

Si richiede che tutti gli edifici regionali espongano la bandiera della Sardegna all’esterno a mezz’asta, mentre all’interno degli stabili, le bandiere dovrebbero essere mostrate con un segno di lutto. Inoltre il presidente del Coni Giovanni Malagò ha indetto un minuto di silenzio che verrà osservato in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si svolgeranno in Italia nel fine settimana.

L’annuncio di Giulini

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha espresso tutta la propria commozione per l’accaduto: “Se ne va l’uomo ma nasce la leggenda. Gigi Riva è il Cagliari, e per sempre lo sarà, da oggi più che mai. Sembrava impossibile che ci lasciasse, presenza discreta ma rassicurante, monumento e simbolo, in giro per la città come al fianco di ognuno di noi nel consigliarci e chiederci novità del suo amato Cagliari. Ti dobbiamo tanto, Gigi, e ti dovremo rispettare nel tuo ricordo, nel tuo esempio, e perdonaci se non saremo alla tua altezza. A Gigi dedicheremo lo stadio – afferma Giulini – ma soprattutto lo sforzo costante di ognuno di noi per rendere ancora più gloriosa la maglia del Cagliari, come ha fatto lui da giocatore, da dirigente, da bandiera che non si ammainerà mai. Vola in cielo Gigi e con la tua stella guidaci, sempre“.

Argomenti